Artiglio del diavolo per il dolore da artrite

Artiglio del diavolo per il dolore da artrite

L’ARTIGLIO DEL DIAVOLO È POTENTE PER ALLEVARE IL DOLORE CRONICO CAUSATO DA ARTRITE E INFIAMMAZIONE.

  • Azione fitoterapica : secrezione antinfiammatoria, analgesica (dolore), anoressica (soppressore dell’appetito), gastrica e biliare.
  • Nome comune : rampino, rampino della vite, artiglio del diavolo, ragno di legno xwate, kanako, khams, sengaparele.
  • Nome scientifico : Harpagophytum procumbens
  • Famiglia : Pedaliacee
  • Parti usate : radici secondarie (tubercolari, secche)

I FITONUTRIENTI CONTENUTI NELL’ARTIGLIA DEL DIAVOLO

  • Glicosidi iridoidi, di cui l’arpagoside è il più importante. L’arpagide e il procumbide sono composti simili che sono presenti in quantità minori in Devil’s Claw. L’arpagoside inibisce la ciclossigenasi-2 (COX-2), un enzima responsabile della produzione di citochine infiammatorie, alleviando così il dolore e l’infiammazione.
  • Flavonoidi spesso hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
  • triterpeni hanno una potente attività antiossidante e anche forti proprietà antidiabetiche (regolano i livelli di glucosio, migliorano la resistenza all’insulina).
  • Fitosteroli hanno confermato il loro potenziale anti-aterogeno (abbassamento del colesterolo). Alcuni di loro potrebbero anche causare un leggero aumento dei livelli di estrogeni.
PIANTA DI ARTIGLIO DEL DIAVOLO
Artiglio del diavolo – Pianta

GLI USI MEDICINALI E I BENEFICI DELL’ARTIGLIO DEL DIAVOLO

L’artiglio del diavolo è usato principalmente come trattamento a base di erbe anti-artritiche grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e immunomodulatorie.

In effetti, alcuni studi sottolineano che l’arpagoside, il principale componente attivo dell’artiglio del diavolo, è efficace quanto i farmaci antinfiammatori non steroidei nell’alleviare il dolore e l’infiammazione. L’uso di questa pianta per alleviare i disturbi articolari e ossei è supportato da numerosi dati clinici, soprattutto nei casi diartrite cronicadisturbi articolari degenerativi come osteoartrite.

Di fatto, l’effetto curativo articolare dell’artiglio del diavolo è così potente che circa il 60% delle persone che lo assumono finisce per assumere meno farmaci antidolorifici e antinfiammatori o addirittura smette di assumerli, secondo uno studio. Studio di 8 settimane effettuato su 259 pazienti nel 2007.

Lo stesso studio ha riportato un miglioramento significativo della funzione articolare, rigidità, dolore generale e locale (polso, mano, gomito, spalla, anca, ginocchio, schiena). Durante le otto settimane di studio non sono stati osservati effetti collaterali di complicanze in nessun paziente, rendendo Harpagophytum un trattamento incredibilmente sicuro ed efficace per praticamente qualsiasi condizione articolare.

Anticonvulsivante (prevenire le convulsioni)

Sebbene i dati clinici su questo problema siano scarsi, gli studi sugli animali indicano che l’estratto acquoso di artiglio del diavolo può avere effetti anticonvulsivanti significativi (prevenire le convulsioni) attraverso il potenziamento della neurotrasmissione GABAergica nel cervello.

Aterosclerosi, obesità indotta

L’arpagoside è un potente composto che può inibire la produzione di adipochine aterogeniche indotta dall’infiammazione, che previene o rallenta parzialmente l’aterosclerosiun importante fattore di rischio per tutte le malattie cardiovascolari.

Mal di schiena lombare

L’artiglio del diavolo è uno dei pochi medicinali a base di erbe che è stato approvato in una revisione sistematica Cochrane come efficace analgesico naturale per il mal di schiena : a dosi giornaliere comprese tra 50 e 100 mg, l’arpagoside è in grado di alleviare il dolore meglio di un placebo.

Mal di schiena cronico

Studi sull’uomo indicano che l’estratto di Harpagophytum assunto quotidianamente per 8 settimane consecutive (in compresse, 480 mg due volte al giorno) migliora significativamente la mobilità spinale e riduce il mal di schiena cronico non radicale senza effetti collaterali.

Glaucoma e miastenia grave

Non ci sono molte prove solide su questo problema, ma almeno alcuni studi indicano che gli estratti di artiglio del diavolo mostrano attività anticolinesterasica. in vitroche è il principale meccanismo d’azione dei farmaci convenzionali utilizzati per il trattamento del glaucoma e della miastenia grave.

Malattia infiammatoria intestinale (IBD)

I principali farmaci convenzionali per tali malattie infiammatorie intestinali come Morbo di Crohn e colite ulcerosa sono aminosalicilati che esibiscono potenti proprietà antiossidanti. Gli studi indicano che l’artiglio del diavolo ha un potenziale simile per ridurre i radicali liberi, che è un potenziale trattamento naturale per i processi infiammatori nell’intestino.

Infiammazione renale

Proprio come il punto precedente, ci sono studi che sottolineano il potenziale dell’artiglio del diavolo nel trattamento dell’infiammazione glomerulare renale come la glomerulonefrite. Ancora una volta, questo si basa sulle eccezionali proprietà antiossidanti della pianta.

controllo del peso

Gli studi indicano che gli estratti di radice di artiglio del diavolo sono in grado di sopprimere l’appetito modulando i recettori per la grelina, noto anche come “ormone della fame”. Di conseguenza, l’assunzione cumulativa di cibo viene ridotta, il che può favorire la perdita di peso. Tuttavia, l’artiglio del diavolo è stato tradizionalmente utilizzato per secoli anche per stimolare l’appetito, quindi sono necessari ulteriori studi per determinare il dosaggio ottimale e la forma di preparazione.

artiglio del diavolo
Artiglio del diavolo all’assalto del dolore da artrite

COME USARE L’ARTIGLIO DEL DIAVOLO

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la dose giornaliera di artiglio del diavolo (se non diversamente indicato dal medico) dovrebbe essere da 1,5 a 3 g di radici in un decotto, o 3 volte al giorno OPPURE da 1 a 3 g di estratti acquosi/alcolici per articolazioni doloranti e condizioni tendinee.

Prepara in casa un decotto di artiglio del diavolo

  • Far bollire circa 1 cucchiaino di polvere di radice essiccata per tazza di acqua fredda.
  • Abbassate la fiamma, fate sobbollire per circa 30 minuti.
  • Raffreddare e prendere come raccomandato.

CONTROINDICAZIONI E TOSSICITÀ

  • radice dell’artiglio del diavolo non deve essere assunto in caso di ulcere gastriche e duodenaliperché questa pianta stimola la secrezione gastrica e potrebbe aggravare la condizione.
  • artiglio del diavolo NON deve essere assunto durante la gravidanza, perché studi sugli animali hanno dimostrato che questa pianta può avere proprietà uterotoniche (indurre la contrazione della parete uterina). Questo potrebbe indurre o accelerare il travaglio, o portare a gravi complicazioni durante la gravidanza. A causa della mancanza di dati confermati sulla sicurezza nelle donne in gravidanza, si raccomanda generalmente di astenersi dall’assumere la radice del diavolo durante la gravidanza. Non ci sono dati coerenti sull’uso dell’artiglio del diavolo durante l’allattamento.
  • Le persone con calcoli biliari dovrebbero consultare un naturopata esperto prima di assumere Devil’s Clawin quanto può aumentare la secrezione di bile ed eventualmente causare coliche biliari.
  • Non assumere con i seguenti medicinali convenzionali : FANS e anticoagulanti (aumento del rischio di emorragia gastrointestinale), agenti ipoglicemizzanti (aumento del rischio di ipoglicemia), agenti antiaritmici o digossina (aritmie).
  • I preparati a base di artiglio del diavolo sono generalmente considerati sicuri, e raramente provocano gravi effetti nocivi o tossici.
    Ci sono alcune prove che l’ingestione a lungo termine (più di 2 settimane) di grandi dosi (500 mg al giorno) di artiglio del diavolo potrebbe portare a una moderata ipertensione sistemica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.