Come Dosare gli Oli Essenziali (Orali e Dermici) – Salute e Benessere

Gli Oli Essenziali sono potenti e il materiale richiede “gentilezza e precisione”. Quali dosaggi sono consigliati per l’applicazione orale e cutanea? Come tradurre le concentrazioni consigliate in numero di cali di sinergia? Quali precauzioni si devono adottare per la via orale in particolare, ma anche per la via cutanea?

Quali sono le raccomandazioni generali per l’assunzione di oli essenziali per via orale?

La via orale è quella che prevede l’essere più precisi e delicati perché un sovradosaggio presenta un potenziale rischio di tossicità e/o allergia. L’automedicazione non è raccomandata ed è sempre preferibile il parere del medico. Presentiamo qui delle indicazioni che consentono di orientarsi intorno ai dosaggi solitamente accettati oggi.

Leggi anche: Usa gli oli essenziali attraverso il percorso olfattivo

Dosaggio indicativo di oli essenziali usati per via orale:

  • Per un adulto > 40 kg : 2 gocce 3 volte al giorno
    Cioè 6 gocce di EO massimo (in tutto) al giorno. Sia per 1 o più HE.
  • Per un bambino dai 6 ai 12 anni : 1 goccia 2 volte al giorno
  • Per un bambino dai 12 ai 18 anni : 1 goccia 3 volte al giorno

Le cure vengono eseguite in 2-7 giorni (spesso 5 giorni su 7).
Per un trattamento di base: cura da 10 a 15 giorni poi una finestra terapeutica di 2 giorni poi recupero.

È possibile mettere in bocca oli essenziali puri?

Fare attenzione a non applicare HE puro su una lesione, specialmente HE aggressivo o irritante. È preferibile seguire un consiglio medico in caso di uso interno.

Oli essenziali puri per via orale in pratica:

  • Durante o dopo il pasto.
  • Inizia con un respiro profondo di 5 secondi nella bottiglia.
  • Versare delicatamente da 1 a 2 gocce di EO, facendo attenzione a non inclinare la bottiglia troppo verticalmente su un supporto neutro (mollica di pane, mezzo zucchero, composta, ricotta, ecc.)

Ingerire il supporto con una scelta di 2 modi:

Distinguiamo il via sublingualeche è riccamente vascolarizzato: si tratta di mettere le gocce sotto la lingua.
E il percorso perlingua dove l’assorbimento avviene attraverso la mucosa della lingua e l’interno della guancia: lasciarlo sciogliere in bocca per almeno 1 minuto per permettere l’impregnazione della mucosa orale. Ingoiare il mezzo.

In caso di infezione, l’uso di HE con fenoli è possibile ma ad una dose precisa:

  • Olio essenziale di origano per la sfera digestiva: gastro ad esempio
  • Olio essenziale di Cannella di Ceylon per la sfera urinaria: la cistite ad esempio
  • Olio essenziale di chiodi di garofano per la sfera orale: ad esempio un ascesso dentale
  • Olio essenziale di timo con tujanolo per la sfera respiratoria: angina, influenza per esempio

Dosaggio : 1 goccia / da assumere 4 volte al giorno per un massimo di 7 giorni o 2 gocce 2 volte al giorno.

Quali sono le controindicazioni per la via orale?

L’assunzione di oli essenziali puri per via orale è fortemente sconsigliata :

  • pazienti con ulcere o che soffrono di bruciore di stomaco
  • persone che hanno facilmente la nausea
  • persone con mucosite orale (infiammazione delle mucose).

In questo caso, favorire l’assorbimento orale degli EO diluiti, in capsule o compresse, oppure scegliere un’altra via di somministrazione.
Per le cure a lungo termine, è preferibile abbinare all’olio essenziale scelto un olio essenziale epatoprotettivo: HE Menta piperita, HE Carota, HE Limone, HE Rosmarino con cineolo…

Leggi anche: Sto preparando il mio primo kit di Oli Essenziali, quale dovrei scegliere?

Oli Essenziali diluiti per via orale in pratica:

  • Versare da 1 a 2 gocce in un olio vegetale (es: oliva, noce, nocciola)
  • Oppure in una soluzione acquosa emulsionata utilizzando un disperdente (Solubol o disperdente) in una percentuale del 12% di HE e dell’88% di disperdente.

Oli essenziali in forma solida: capsule

  • Questa è una soluzione pratica e sicura.
  • Evita i sovradosaggi.
  • Normalmente limita il rischio di intolleranze digestive.

Il rovescio della medaglia è che tra tutti i prodotti offerti in farmacia, alcuni hanno composizioni molto dense con molti EO e non sempre precise. Prediligere formulazioni a base di oli essenziali ben identificati (quale timo? quale lavanda?) e con concentrazioni blande.

Quali sono le raccomandazioni generali per l’assunzione di oli essenziali attraverso la pelle?

La via cutanea presenta bassi rischi di tossicità e tuttavia consente una penetrazione passiva, rapida e totale degli Oli Essenziali. Il dosaggio può variare da poche gocce a diversi ml di Olio Essenziale, più volte al giorno.

Una regola pratica: MAI Olio Essenziale puro sulla pelle. Unica eccezione: pregiato olio essenziale di Lavanda su aree localizzate.

Per la via cutanea SEMPRE:

  • Diluire con un olio vegetale (o più!) che aiuti ad assorbire l’olio essenziale e a fornire le sue proprietà complementari: idratanti, analgesiche, cicatrizzanti, rigeneranti, antinfiammatorie.
  • Con dosaggi precisi e delicati, adattati al tipo di applicazione.

Quali sono le percentuali di diluizione dell’EO in base alle applicazioni?

  • In dermocosmesi: dallo 0,5 all’1%
  • Azione riparatrice tegumentaria (articolare e nasale): dal 3 al 5%
  • Azione sul benessere, stress: 5%
  • Azione circolatoria: 7%
  • Muscolo, tendine, azione articolare: 10%
  • Sport, competizione: 15%
  • Azione antiparassitaria locale molto potente: 30%
  • Azione antisettica e antimicotica: dal 40 al 50%

Tali percentuali di diluizione sono fornite a titolo puramente informativo e rispettano i dati presenti nella letteratura specialistica.

Leggi anche: Quali oli essenziali per gli sportivi?

Ci sono vincoli per l’uso degli oli essenziali attraverso la pelle? Sì !

Per via cutanea evitare HE:

  • Dermo-aggressivo (HE ricco di fenoli e aldeide cinnamica, olio essenziale di Cannella ad esempio)
  • Foto sensibilizzante (Ess Citrus, HE Bergamot…): non esporsi al sole per 6 ore
  • Allergico

Come determinare il numero di gocce di olio essenziale in sinergia secondo la diluizione consigliata?

Questa domanda viene risolta con un calcolo relativamente semplice. Andiamo per la spiegazione matematica che semplificherà i tuoi preparativi!

Vuoi sviluppare un preparato dosato con il 5% di EO, vale a dire che vuoi diluire il 5% di oli essenziali in 10 ml di olio vegetale.

1 / Calcola la dose in ml di olio essenziale con questo semplice calcolo :
4% di 10 ml = 0,4 ml di olio essenziale
Sarà quindi necessario mettere 0,4 ml di olio essenziale in 9,6 ml di olio vegetale (10 ml – 0,4 ml).

2 / Quindi fai la conversione tra i ml e il numero di gocce da versare:
Un principio di base generalmente accettato dai vari attori in Aromaterapia:

25 gocce di olio essenziale = 1 ml di olio essenziale

Dovresti sapere che LUI ha densità diverse tra loro e che questo standard fornisce un punto di riferimento ma non corrisponde necessariamente alla verità esatta.

La regola del tre ci aiuterà a determinare il numero di gocce di oli essenziali da versare nel preparato:
25 x 0,4 / 1 = 10 gocce
Quindi dovrai aggiungere 10 gocce di olio essenziale in 9,6 ml di olio vegetale.

Un altro esempio :

Se prepari un massaggio benessere sinergico in 30 ml di olio vegetale alla concentrazione del 3% (più che sufficiente!):

3% di 30 ml = 3 x 30 / 100 = 0,9 ml
Per convertire in numero di gocce:
25 x 0,9 / 1 = 22,5
e poi dici maledizione! Questo non cade su un numero tondo.

Puoi decidere di mettere solo 22 gocce, sarà già sufficientemente attivo.
La preparazione in ml con pipette monouso ti permetterà di essere molto preciso.
Puoi mettere le tue sinergie in flaconi ambrati con contagocce o codegout per un uso preciso e facile.

Buone preparazioni aromatiche a voi e senza tante storie!

Leave a Reply

Your email address will not be published.