Come gestire lo stress dovuto all’acufene con la sofrologia?

L’acufene può causare stress e ansia quotidiani per la persona che ne soffre. Molte persone percepiscono questa situazione come una tragedia, hanno difficoltà a riprendersi e a convivere con il loro nuovo deficit. La sofrologia sembra essere uno dei mezzi in grado di aiutare a superare lo stress dovuto alla perdita dell’udito.

Ma come agisce questa terapia sulla psicologia per aiutare a combattere lo stress post-traumatico? È possibile ridurre il ronzio e il fischio con alcune sessioni di sofrologia? Perché sofrologia e acufene sono in armonia? Ecco cosa devi sapere a riguardo.

come combattere l'acufene con la sofrologia

A cosa serve la sofrologia quando si soffre di acufene?

Lo stato di rilassamento fisico e psicologico è l’obiettivo della sofrologia. Questo stato si ottiene praticando alcune sessioni di sofrologia attraverso esercizi di respirazione e visualizzazione. Mira a rafforzare positivamente le qualità, i pensieri e le risorse di ogni persona per aiutarla a sfruttare appieno il proprio potenziale.

I rumori che si sentono in una o entrambe le orecchie o nella testa senza essere stati prodotti da una fonte estranea non sono insignificanti. È l’acufene. Sono una malattia degenerativa, dovuta all’età e quindi all’invecchiamento dell’orecchio o a traumi acustici. Provocano sibili, ronzii o crepitii e può renderti irritabile e stressato.

Il sintomi della malattia andare oltre e può arrivare fino ai disturbi del sonno, alla depressione…

Come combattere l’acufene con la sofrologia?

La sofrologia è abbastanza efficace nell’aumentare il livello di serenità e ridurre lo stress e l’ansia causati dall’acufene. Se cerchi di saperne di più sulla sofrologia e sull’acufene, imparerai che questa terapia delicata riduce la loro intensità nelle persone con disturbi dell’udito in poche sessioni guidate dall’accompagnamento di un sofrologo.

Con il tecniche di respirazione consigliato dalla sofrologia, potrai affrontare gli attacchi di acufene con più serenità e ridurre notevolmente la percezione di questi fastidiosi suoni. Questo metodo ti aiuta ad alleviare il dolore e a controllare le tue emozioni. Queste sessioni supportano il tuo cervello per rafforzare la tua sensazione di benessere e sicurezza quando sorgono problemi di udito.

uso della sofrologia per calmare l'acufene

Con l’aiuto della sofrologia vi rifugiate in una bolla di silenzio che può ridurre la loro percezione e la loro intensità. Ecco un semplice esercizio cosa può darti il ​​tuo sofrologo per raggiungere questo obiettivo:

  • Inspira e alza le braccia orizzontalmente, fletti i polsi e i palmi delle mani verso l’esterno,
  • Tratteniamo il respiro e muoviamo i polsi facendo piccoli gesti circolari come se stessimo pulendo uno specchio, espiriamo e rilassiamo i muscoli.
  • Ripeti gli stessi movimenti tre volte.
  • Con le braccia, allunga e poi disegna una bolla immaginaria di silenzio. Rifugiati in questa bolla con questo esercizio, ogni volta che senti lo stress causato dal tuo acufene.

Sofrologia e relax

La sofrologia può aiutarti a rilasciare la pressione e rilassarti. Ti permette di riprendere il controllo anche in caso di perdita dell’udito. Per rilassarti grazie alla sofrologia, hai a disposizione due strade: esercizi di respirazione ed esercizi di gestione del pensiero.

Il esercizi di respirazione promuovere il controllo del respiro. Abbassano la frequenza respiratoria e il battito cardiaco. Questo ti darà un profondo senso di calma e serenità.

  • Per fare questo, devi prima sederti comodamente sul tuo letto o sulla tua sedia preferita.
  • Concentrati e diventa lentamente consapevole di ogni parte del tuo corpo.
  • Rilassa gradualmente i muscoli finché non senti tutti i punti che ti collegano al sedile.
  • Fai un respiro profondo per 4 secondi e trattieni il respiro, quindi espira per la stessa quantità di tempo. Soprattutto, non forzarlo.

Fai questo esercizio in modo naturale e vai al tuo ritmo. Questo abbasserà la pressione che vive in te e rilascerà le emozioni negative e quindi ti porterà a vedere le cose più chiaramente.

Quanto a esercizi di gestione del pensiero, servono a coltivare il pensiero positivo. Devi chiederti di liberare lo spazio intorno a te. Visualizza gli eventi che ti hanno portato gioia e felicità nella tua vita. Ignora i pensieri negativi. Devi trovare la calma in ciò che ti fa sentire bene.

sofrologia e acufene

Sofrologia e gestione dello stress legati alla perdita dell’udito

Quando sei sopraffatto dai rumori o dai tuoi problemi di udito, si crea tensione e spesso si accumula nella pancia. Dovresti quindi fare un respiro profondo e poi espirare lentamente. Inconsciamente, hai sicuramente già praticato questo esercizio quando sei sopraffatto. È un po’ come una valvola di sicurezza.

Per gestire il picco di stress, puoi provare a respingere il panico dopo l’esercizio di respirazione. Il panico è una sensazione che ti paralizza e ti fa perdere la consapevolezza della tua capacità di agire di fronte alla situazione stressante. Con un esercizio di sofrologia, puoi allontanare questa ansia. Si tratta di usare il tuo corpo per mettere in atto l’attacco di panico.

  • Per praticare questo esercizio, alzati in piedi, quindi inspira ed espira lentamente.
  • Porta entrambe le mani alla testa, premendo i palmi delle mani sulla parte posteriore della testa.
  • Blocca il respiro, contrai tutti i muscoli del tuo corpo, anche la pancia e il viso. Aspetta qualche secondo e poi rilasciati.
  • Espira improvvisamente attraverso la bocca e spingi con forza il panico davanti a te allungando i palmi delle mani in avanti come per dire STOP!

Dopo questo esercizio, la respirazione dovrebbe essere relativamente lenta e controllata. Così facendo, riprendi gradualmente il controllo di te stesso e, per estensione, il controllo della situazione e quindi il controllo di ciò che vuoi sentire o meno.

Sofrologia e attrezzature

Oltre ad aiutarti superare il tuo stress, la sofrologia può abbattere le barriere psicologiche legate al dispositivo. Gli apparecchi acustici sono dispositivi che amplificano i suoni rilevanti come il parlato e li inviano al timpano. Ti permette di differenziare i suoni importanti da quelli non necessari. A seconda dei modelli, il dispositivo potrebbe essere totalmente impercettibile.

Molte persone con perdita dell’udito sono resistenti all’idea di indossare un apparecchio acustico. Il motivo è che non vogliono avere una “macchina” nell’orecchio e ancor meno farsi notare, essere diversi. La sofrologia può prepararti psicologicamente enormemente per il dispositivo.

Sofrologia e acufene sono compatibili, accompagnamento verso la serenità. Migliora il tuo sonno e ti sostiene nei periodi di depressione, ripristina la fiducia in te stesso e ti aiuta a conviverci meglio senza vergognartene. Ti spinge a fare del tuo meglio ogni giorno. Parla con il tuo medico dai primi sintomi.

Illustrazione immagine principale dell’articolo ©Philippe Azzaretti

Leave a Reply

Your email address will not be published.