Come Ri-Fizz Champagne – Cucinare

Hai servito il tuo champagne come aperitivo e a fine serata le bottiglie aperte sono ancora piene a metà sul tuo tavolino, il tuo famoso spumante ha perso tutte le sue bollicine. Sapevi che puoi salvarlo e goderti ancora il suo bagliore?

Un semplice ingrediente permette allo champagne, apparentemente stantio, di ritrovare tutte le sue bollicine e di brillare di nuovo. Come può un ingrediente delle dimensioni di un pisello fare questo? E’ una magia, il tuo champagne ricomincia a brillare come per magia grazie ad un… uva passa! Vediamo come:

Come restituire allo champagne le sue bollicine?

come fare di nuovo le bollicine di champagne




È semplice, dovrai far cadere un’uvetta sul fondo della tua bottiglia di champagne e aspettare che il processo finisca prima di servirlo e gustarlo di nuovo rinvigorito:

  1. Getta un’uvetta sul fondo della bottiglia di champagne
  2. Vedrai l’anidride carbonica accumularsi sulla superficie dell’uva
  3. Quindi vedrai la formazione di piccole bolle attorno all’uva
  4. Queste bolle saliranno quindi in superficie
  5. A questo punto sarà necessario togliere l’uva prima di servire lo champagne rimasto che avrà riacquistato tutta la sua effervescenza

Facile vero? Questo trucco funziona anche per champagne aperto che te ne sei andato raffreddare con un cucchiaino come berretto. Sappiamo tutti che questa tecnica non funziona, ma ci sforziamo di ripetere questo gesto ogni volta che rimane dello champagneper mancanza di un trucco più efficace… Non avrai più scuse ora per non sprecare lo champagne!

Leggi anche: Le migliori ricette afrodisiache per ravvivare un pasto romantico

Per quanto tempo puoi tenere aperta una bottiglia di champagne?

Puoi davvero tenerlo una bottiglia di champagne ghiacciato, frizzante o spumante per un massimo di cinque giorni. L’idea sbagliata che devi finire la bottiglia tutta in una volta o perderà le sue bollicine è uno dei motivi principali per cui le persone esitano ad aprire Champagne e spumante.

In effetti, il problema della “bolla persa” è ciò di cui sentiamo parlare più spesso. La maggior parte delle persone crede che lo champagne perda la sua brillantezza se non lo beve durante la notte, ma puoi mantenere il tuo champagne fresco e delizioso per un massimo di cinque giorni se conosci i trucchi giusti.

Il primo e più importante consiglio è quello diavere un buon cappello. Utilizzate infatti un semplice tappo di plastica che potete trovare anche nella maggior parte delle enoteche. Il semplice atto di usare uno specifico tappo di Champagne mantiene le bollicine fresche per diversi giorni. Un nuovo liberatore, vero?

Un’altra delle due cose più importanti è tenerlo fresco e non aprirlo frequentemente. Versate la vostra bevanda e rimettetela in frigo il prima possibile. Più lo apri e lo chiudi, più effervescenza uscirà.

Inoltre, se hai bevuto più della metà della bottiglia, trasferisci il resto in un contenitore più piccolo (va bene anche mezza bottiglia di vino). Se si mette un tappo su una bottiglia mezza piena, la freschezza frizzante è molto più difficile da mantenere perché c’è molto ossigeno a contatto con il vino.

Il modo migliore per aprire una bottiglia di champagne

Il modo più sicuro per aprire lo champagne: Se vuoi davvero che le bollicine rimangano infuocate e fresche, è meglio aprire la bottiglia lentamente. Vuoi un sospiro elegante e discreto all’apertura, non un forte schiocco. Punta il tappo lontano da tutti e da te stesso quando apri la bottiglia.

In alcuni casi (di solito quando la bollicina non è abbastanza fredda), non appena si rimuove il filo, il tappo vola via. Tieni il tappo in mano e dai un quarto di giro alla bottiglia – cerchi di allontanare la bottiglia dal tappo. Gira lentamente la bottiglia, non torcere il tappo, e non appena senti che inizia a scoppiare, dagli un po’ di resistenza e falla appena uscire. Se vuoi fare un’apertura spettacolare, puoi provare a tagliarloma questa è un’altra storia che richiede molta cura e pratica.

A che temperatura dovresti bere lo champagne?

Puoi raffreddare rapidamente qualsiasi champagne con una combinazione di ghiaccio e acqua. Non metterlo semplicemente in un secchio di ghiaccio, e è meglio non metterlo in congelatore – se raffreddi troppo una bottiglia, la rovini. Idealmente, pianificare in anticipo e mettetela in frigo per 24 ore prima di servirla – allora la temperatura è ideale. Se cambi idea, non preoccuparti, lo champagne può durare a lungo in frigorifero. La cosa più grande che degrada le bollicine (o qualsiasi vino) è la luce e il calore. Inoltre, non è consigliabile estrarlo e refrigerarlo nuovamente in seguito.

Il modo migliore per conservarlo: Segui le stesse linee guida del vino: trova un luogo buio e fresco e tienilo da parte. Il seminterrato è solitamente un buon posto: anche il retro dell’armadio è una buona opzione. Basta tenerlo lontano da apparecchi che producono calore; il posto peggiore è sopra un frigorifero o vicino al forno.

Per degustare il tuo champagne, il bicchiere è importante per mantenere le bollicine e diffondere gli aromi…

bicchiere a tulipano per godersi le bollicine di champagne e mantenere gli aromi dello champagne
Calice a tulipano

Bandire i flute di champagne

Per ottenere il massimo dal tuo champagne (aromi, finezza delle bollicine, ecc.), dovresti berlo dentro un tulipano, il bicchiere di champagne per eccellenza. Infatti la flûte base da champagne è troppo stretta e conserva gli aromi che devono fuoriuscire dal bicchiere. Quindi non senti tutti gli aromi che dovresti.

Ma attenzione, anche gli occhiali troppo larghi non sono l’ideale: Le belle coupette a piattino tipiche degli anni ’20 hanno il problema opposto: le coupette champagne rilasciano troppo aroma che si diffonde su troppa superficie, che contribuisce a una più rapida dissipazione delle bolle.

Quindi quale bicchiere devo usare? Un bicchiere a tulipano, perché è più generoso del flute ma è ristretto sul bordo, il che impedisce alle bolle di dissiparsi troppo rapidamente. Continuiamo a bere dai flauti per abitudine o per mancanza di conoscenza, ma dovremmo tutti optare per i tulipani. Se non ne hai uno, scegli il bicchiere da vino base.

È importante servire lo champagne in calici inclinati per preservarne tutti gli aromi. Buone feste frizzanti, si prega di consumare con moderazione!

Leave a Reply

Your email address will not be published.