Coronavirus: come decontaminare la tua baguette – Cucina

In questo periodo di reclusione, acquistiamo il pane dal fornaio locale, il quale, pur adottando le dovute precauzioni; indossando mascherina e guanti, tocca contemporaneamente contanti per dare resto ai clienti.

Il denaro non ha odore, ma potrebbe avere tracce di virus, toccate da più mani che a loro volta avrebbero toccato più superfici, come maniglie delle porte, rampe, finestre, pulsanti dell’ascensore, ecc.

Inevitabilmente, questi contatti ripetuti non ci mettono al sicuro e potrebbe esserci una contaminazione del nostro pane. Vediamo come sbarazzarci di tracce di germi e virus sulla nostra baguette tanto cara ai francesi che siamo.

Limitare il rischio di contaminazione da pane

Per quanto riguarda i rischi di contaminazione da Covid-19, questo è già in gioco durante gli acquisti: “Spingi la porta del panificio con la spalla, il piede, il gomito, il ginocchio, le natiche, quello che vuoi, ma non la mano! Perché è così che si prende il pane…”

Precauzioni da prendere quando si esce durante il parto, perché “Ogni volta che esci di casa, aumenti il ​​rischio di importare il virus in casa, non appena torni lì”ricorda Michel Cymes su RTL, che vuole comunque essere rassicurante sulla contaminazione da parte delle razze: “Obiettivamente il rischio non è enorme, ma non è zero”.

Coronavirus: come decontaminare il pane entrando in casa

Possiamo essere contaminati dal pane? Come abbiamo visto, quando si porta la spesa a casa, diverse misure igieniche lo consentono limitare la diffusione del virus COVID-19 nel nostro internoin prevenzione, Prima di entrare in un panificio per comprare il pane, lavati le mani o vai da igienizzante manifai lo stesso non appena arrivi a casa.

Quali sono i modi per igienizzare il pane dopo la cottura senza distruggerne la struttura o il gusto?

Prima di mangiare il vostro pane, mettetelo in forno per 10 min a 63° (Th. 2/3), perché come indicato dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare (Anses), “Se si lascia un alimento per 4 minuti in forno a 63°C, si divide il rischio di contaminazione per 10.000”.

L’interno del pane può essere contaminato da un virus?

Sanificare l’interno del pane? Perché questo dovrebbe essere necessario o addirittura considerato? L’interno di una pagnotta è stato efficacemente pastorizzato durante il processo di cottura. Gli unici organismi che sopravvivono all’interno sono alcune spore non patogene (Bacillus subtilis e Bacillus mesentericus), e non causeranno alcun problema.

Perché vuoi disinfettarlo? La cottura uccide tutti gli organismi al suo interno e se mantieni l’ambiente pulito e avvolgi il pane una volta che si è raffreddato, andrà tutto bene.

Altrimenti rimettete il pane in forno a una temperatura compresa tra 180 e 220°C per dieci minuti. A meno che non si tratti di contaminazione chimica, nel qual caso cuocere un’altra pagnotta o tagliare la crosta. Il calore uccide i batteri, ma non fa nulla per rimuovere le sostanze chimiche.

Leave a Reply

Your email address will not be published.