Detersivo per bucato Ivy: Istruzioni per la preparazione del detersivo biologico – Casa

Le saponine contenute nelle foglie di edera hanno proprietà saponose, grazie alle quali legano lo sporco e il grasso in lavatrice e li rimuovono con le acque reflue. Per questo motivo le foglie possono essere utilizzate per fare un ottimo detersivo dall’edera.

Il principio è lo stesso dei detersivi biologici a base di castagne, che contengono anche saponine. Il particolare vantaggio dell’edera, però, è che la pianta è sempreverde e quindi fresca tutto l’anno.

Leggi anche: Le mie ricette di detersivi per bucato ecologici

Lavare con l’edera: ecco come

Le foglie di edera comune può essere aggiunto direttamente al tamburo di lavaggio. Con capi bianchi o colorati a partire da 40°C e senza un ciclo di lavaggio breve, le saponine vengono rilasciate in quantità sufficiente anche senza pretrattamento delle lenzuola e portano ad un risultato di lavaggio pulito.

  1. Per fare questo, strappa grossolanamente una manciata di foglie di edera per ogni carico di lavaggio,
  2. metterli in una rete da bucato o in un calzino, annodarli o fiocco e lavarli nel cestello.
  3. Un cucchiaio di bicarbonato di sodio nella camera di lavaggio principale migliora il risultato del lavaggio e ha anche un effetto ammorbidente.

Trucco : Biancheria che puzza anche dopo il lavaggio, cosa fare?

Crea il tuo detersivo Ivy: ecco la ricetta

Ivy non è adatto solo per bianchi e colori a partire da 40°C. Per poter lavare capi bianchi, colorati e delicati con foglie di edera anche a basse temperature e con cicli di lavaggio brevi, è consigliabile utilizzare una soluzione di lavaggio Ivy.

Per un carico di bucato, avrai bisogno di:

  • 1 manciata di foglie di edera (circa 30 g)
  • 300 ml di acqua
  • facoltativo: 1 cucchiaio di detersivo
  • opzionale: 2-3 cucchiaini di candeggina all’ossigeno per bucato bianco senza foschia grigia
  • Contenitore, come un grande barattolo di vetro o un barattolo con tappo a vite

Trucco : Utilizzare solo il detersivo fresco e puro edera per lana e seta. Perché la soda è piuttosto inadatta per le fibre animali perché fa gonfiare le fibre. Puoi anche dare un’occhiata a questa ricetta di detersivo delicato per la lana.

Tempo richiesto: Cinque minuti. (poi diverse ore di ammollo)

Ecco come si fa il detersivo con l’edera:

  1. Portare l’acqua a bollore. Tritare grossolanamente le foglie di edera e metterle nel contenitore. Versarci sopra acqua calda, non bollente e sigillare.
    Ivy lavanderia passaggio 1
  2. Lasciate in infusione per diverse ore e controlla di tanto in tanto se si forma schiuma quando lo scuoti. In caso di formazione di schiuma significativa, è già possibile utilizzare la soluzione di lavaggio. Se non ancora, aggiungi un po’ più di edera o prolunga il tempo di ammollo.
    Ivy lavanderia passaggio 2
  3. Filtrare la soluzione di lavaggio dell’edera attraverso un colino nella camera di risciacquo principale della lavatrice. Aggiungere soda e candeggina se necessario e lavare come al solito.
    Ivy lavanderia passaggio 3

I vantaggi del lavaggio dell’edera

Il lavaggio con edera rende il bucato morbido e profuma naturalmente di fresco, anche senza ammorbidente. A seconda della durezza dell’acqua, un po’ di aceto bianco nello scomparto dell’ammorbidente può migliorare ulteriormente il risultato di lavaggio. Aggiungi alcune gocce di oli essenziali nello scomparto dell’ammorbidente per un profumo extra di bucato.

Poiché Ivy Detergent non contiene particolari smacchiatori o candeggina, lavare il macchie particolarmente ostinate come frutta, inchiostro o erba è meglio trattare con sapone di galla o a spruzzatore di prelavaggio ecologico prima di terminarlo con l’edera wash.

Consigli : Il detersivo a base di edera può essere utilizzato anche per lavare i piatti. Per questo, la liscivia viene messa direttamente in una piccola casseruola con edera e acqua e opzionalmente addensata con tre o quattro cucchiaini di amido di mais. Cuocere a fuoco lento la miscela per cinque-dieci minuti e filtrare. Dopo il raffreddamento, è possibile utilizzare il detersivo per piatti di edera. Conservare in frigorifero per un massimo di una settimana.

Detersivo Ivy: una fonte inesauribile

Poiché l’edera è sempreverde, le sue foglie sono disponibili tutto l’anno per fare detersivi. Le saponine appena sciolte producono sempre il miglior effetto lavante. Pertanto, e per motivi di durata, si consiglia di utilizzare il detersivo Ivy subito dopo averlo preparato o di conservarlo in frigorifero per un massimo di 2 giorni.

In alcuni casi, tuttavia, può essere comunque una buona idea procurarsi una piccola quantità di edera. Ad esempio, le saponine vengono trattenute quando le foglie vengono congelate in piccole quantità. Se necessario, possono essere scongelati e utilizzati come detersivo. È anche possibile essiccare le foglie di edera. È meglio usare una quantità leggermente maggiore se vuoi lavare, poiché il potere lavante dell’edera diminuisce leggermente mentre si asciuga.

Per asciugare l’edera per fare il detersivo, procedi come segue:

  • Stendete le foglie di edera su una superficie assorbente (asciugamano o simile) in modo che nulla si sovrapponga. Fate asciugare bene in un luogo caldo per diversi giorni.
  • Sbriciolate in mano le foglie essiccate e tenetele ermetiche, ad esempio in un barattolo con chiusura a vite. Controlla regolarmente la presenza di un odore di muffa o muffa nel caso in cui non si siano asciugati completamente.

Per un lavaggio, versa tre o quattro cucchiai di foglie sbriciolate su 200 millilitri di acqua bollente e lascia riposare per una notte. Passare il composto attraverso un colino nello scomparto del detersivo e lavare come di consueto. Adatto per bianchi e colori.

detersivo edera: ricetta ecosostenibile

Ma a proposito, l’edera non è velenosa?

È vero, come molte altre piante, l’edera è velenosa se mangiata in grandi quantità. Tuttavia, questo colpisce principalmente le bacche della pianta. C’è molto meno veleno nelle foglie e ancor meno nell’estratto acquoso. Dovresti mangiare una quantità molto grande di foglie per notare gli effetti. Anche il detersivo non va bevuto e va quindi tenuto fuori dalla portata dei bambini.

In quantità ben dosate, gli ingredienti contenuti sono anche benefici per la salute e vengono utilizzati in erboristeria per curare malattie respiratorie e dolori nervosi, ad esempio sotto forma di sciroppo per la tosse d’edera. In un olio da massaggio, l’edera agisce contro la cellulitee dentro una crema per il corpo naturale, l’edera rassoda la pelle.

Nota : Per escludere una rara reazione allergica agli ingredienti contenuti nell’edera, è possibile effettuare preventivamente un semplice test allergico con un solo capo di abbigliamento (fascetta o simile) lavato a mano con edera. Se ci sono reazioni, meglio non usare l’edera come detersivo e in alternativa passare ad un altro detersivo ecologico.

Leave a Reply

Your email address will not be published.