Glutei riscaldati: soluzione naturale per lenire la pelle – Bellezza e igiene

Glutei riscaldati: soluzione naturale per lenire la pelle – Bellezza e igiene

Problema ricorrente che glutei arrossati e irritati nei bambini. Tutti i bambini ne soffrono in un modo o nell’altro durante il tempo in cui indossano i pannolini. Ma è estremamente raro che ciò porti a gravi complicazioni. Quindi non devi preoccuparti. Tuttavia, puoi ridurre la scala senza troppe difficoltà. Nei casi più lievi, ci sarà al massimo un piccolo rossore senza troppa irritazione.

Quando l’infiammazione cutanea è più grave, le aree irritate sono più grandi e numerose. Alcuni sono persino gonfi. Potrebbe quindi avere lo scarico di un liquido giallastro o cremoso. A volte c’è anche la formazione di ulcere cutanee. Le aree solitamente colpite sono le cosce, i glutei, i genitali e il basso addome. Le aree di irritazione variano a seconda che il tuo bambino sia un maschio o una femmina. I ragazzi urinano in una direzione diversa rispetto alle ragazze. Inoltre, la posizione abituale del bambino determina anche dove scorre l’urina.

Eruzione da pannolino: le cause…

Diarrea, febbre, alcuni prodotti che la madre consuma (soprattutto latticini) e in particolare la dentizione, sono tutte condizioni che possono causare arrossamenti ai glutei. L’irritazione è spesso causata anche dalla formazione di ammoniaca. Questo fenomeno deriva dalle reazioni chimiche tra l’urina ei batteri presenti nelle feci. Inoltre, i pannolini creano un ambiente chiuso, caldo e umido. Questo lo rende un vero piccolo paradiso per microbi e funghi di ogni tipo. Questi sono quindi anche una causa abbastanza comune di glutei riscaldati. Tra i funghi associati a questi irritanti arrossamenti troviamo anche la candida albican.

Leggi anche: Suggerimenti sicuri per sbloccare il naso di un bambino

Anche altri fattori possono causare irritazione ai glutei o peggiorarla:

  • Non cambi i pannolini abbastanza spesso.
  • Se usi i pannolini di cotone, non li risciacqui a sufficienza (il sapone o il detersivo avanzati possono essere molto irritanti per la pelle sensibile);
  • Tu usi pannolini usa e getta.

Quest’ultimo punto è particolarmente importante e spesso trascurato. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che i pannolini usa e getta ordinari o “ultra assorbenti” contengono sostanze irritanti per la pelle. Uno di questi, pubblicato nel 1979 in JGiornale di pediatria, indica che i pannolini commerciali sono anche cinque volte più irritanti dei buoni vecchi pannolini di cotone. Ciò è dovuto in particolare al fatto che:

  • L’aria circola male lì;
  • L’ammoniaca non evapora;
  • Aumenta la temperatura della pelle (fino a 4 gradi), favorendo la proliferazione microbica;
  • La presenza di fragranze sintetiche, agenti sbiancanti per la carta e altre sostanze chimiche.

I pannolini usa e getta includono, tra gli altri elementi, diossine e poliacrilati di sodio. Questi ultimi, molto controversi, sono già stati utilizzati per realizzare assorbenti igienici ritirati dal mercato da più di vent’anni. I loro effetti a lungo termine a contatto con la pelle 24 ore al giorno sono sconosciuti. I pannolini usa e getta hanno anche altri due grossi inconvenienti. Da un lato, costituiscono un vero e proprio piccolo budget mensile. D’altra parte, non sono biodegradabili e contaminano l’ambiente.

Cosa puoi fare per prevenire i glutei rossi

Un primo consiglio che va da sé: cambiare il bambino non appena ha defecato o urinato. Normalmente, l’ideale è lui cambiare i pannolini ogni due o tre ore.

  • Lavare i glutei e i genitali con acqua calda ma senza usare sapone. Asciugare con un asciugamano. Non strofinare.
  • Non utilizzare polveri a base di amido di mais. Favoriscono la crescita dei funghi (accumulandosi nelle pieghe dei glutei).
  • Anche se usate panni di cotone, non usate mutandine di plastica: impediscono la circolazione dell’aria. Opta invece per le mutandine di nylon.
  • Per essere sicuro che le sostanze chimiche non danneggino la pelle, opta invece per pannolini di flanella di cotone.
  • Tuttavia, non è sufficiente lavare i pannolini come si lavano i normali vestiti. I pannolini devono essere sterilizzati per essere sicuri di uccidere tutti i batteri. Normalmente una buona dose di candeggina dovrebbe essere sufficiente. Ma è importante risciacquare i pannolini almeno due volte per rimuovere ogni traccia di sapone e detersivo. Tuttavia, è meglio evitare questo tipo di detersivo. Usa invece il bicarbonato di sodio. Per fare questo, immergi i pannolini in acqua fredda a cui aggiungi circa 125 ml di bicarbonato di sodio. Dopo il lavaggio con sapone neutro, sciacquare almeno due volte come con la candeggina. Evita gli ammorbidenti.

— I genitori notano spesso un aumento dell’irritazione dei glutei durante il periodo di formazione dei denti. L’aumento dell’aspirazione può, infatti, causare notevoli disturbi gastrici. Dai a tuo figlio un pezzo di radice di marshmallow essiccata da masticare. Ricca di mucillagini, la pianta allevia le infiammazioni delle gengive, della gola ma anche quelle dello stomaco, dell’intestino e della vescica.

Il tuo bambino potrà sfogare la sua rabbia sul suo pezzo di marshmallow. sfruttando al contempo le proprietà emollienti ed emollienti della pianta sul suo apparato digerente.

Per alleviare e prendersi cura del tuo bambino

Nei periodi in cui i glutei sono particolarmente irritati, è opportuno lasciare i glutei scoperti. Assicurati che il bambino sia in una stanza calda e che l’aria sia asciutta. Per prima cosa stendete un foglio di plastica e metteteci sopra un grande asciugamano. Quindi installa il bambino sdraiato sulla pancia. Non appena si è liberato, lavalo e asciugagli bene le natiche.

Alimentazione

Alcuni alimenti assorbiti dal bambino o dalla madre che allatta potrebbero modificare il pH delle urine del bambino e renderlo irritante per la pelle. Prova a scoprirli per eliminazione. I latticini sono tra i più propensi a causare tali effetti. Evitare anche di usare lo zucchero bianco nella bottiglia. Sostituiscilo con miele biologico.

Per eliminare le infezioni più gravi

Nei casi più gravi questi accorgimenti potrebbero non essere più sufficienti, potrebbe essere necessario ricorrere ad antibiotici per fermare il rossore. Se è un’infezione da candida, non devi preoccuparti troppo. Questo fungo è infatti presente nelle feci di molte persone sane. Ma spesso è meglio affidarsi al medico che prescriverà determinati farmaci.

Se sei – giustamente – sospettoso di antibiotici e antimicotici, prova uno dei seguenti rimedi naturali:

L’aloe vera è straordinariamente efficace per tutte le forme di irritazione della pelle. Non solo allevia il prurito, ma uccide anche batteri e funghi (compresa la candida’).

Sostituirai vantaggiosamente il talco commerciale con polvere di riso o argilla, che hanno entrambi un’azione lenitiva sui glutei irritati del bambino.

Oli essenziali

Uso esterno: idrosol di lavanda officinale o carota.

Leggi anche: Candida albican, rimedi naturali

Leave a Reply

Your email address will not be published.