Gotta e acido urico: quale dieta mangiare – Salute e benessere

Gotta e acido urico: quale dieta mangiare – Salute e benessere

In caso di gotta, gli alimenti possono aumentare o diminuire i livelli di acido urico, a seconda del loro contenuto di purine. Tuttavia, il fruttosio può aumentare i livelli di acido urico anche se non è ricco di purine. Quali sono gli alimenti da privilegiare ed evitare quando si ha la gotta: una guida pratica e alcuni menù adattati.

Le persone con gotta sperimentano attacchi improvvisi e gravi di dolore, gonfiore e infiammazione delle articolazioni (1). Fortunatamente, la gotta può essere controllata con i farmaci o con rimedi naturali e una corretta dieta e cambiamenti nello stile di vita.

La maggior parte delle persone che soffrono della malattia sperimentano questi sintomi perché il loro corpo non può eliminare efficacemente l’acido urico in eccesso. Ciò consente all’acido urico di accumularsi, cristallizzare e depositarsi nelle articolazioni.

Altre persone con la gotta producono troppo acido urico a causa della genetica o della loro dieta (2, 3).

Leggi anche: Scopri la differenza tra gotta e pseudo-gotta

Purina
Purina

In che modo il cibo influisce sulla gotta?

Se hai la gotta, alcuni cibi possono scatenare un attacco aumentando i livelli di acido urico. Gli alimenti trigger sono generalmente ricchi di purine, una sostanza naturalmente presente negli alimenti. Quando digerisci le purine, il tuo corpo produce acido urico come prodotto di scarto (4).

Questo non è un problema per le persone sane, poiché rimuovono efficacemente l’acido urico in eccesso dal corpo. Tuttavia, le persone con la gotta non possono rimuovere efficacemente l’acido urico in eccesso. In tal modo, una dieta ricca di purine può far accumulare acido urico e causare un attacco di gotta (5).

Fortunatamente, la ricerca mostra che limitando l’assunzione di cibi ricchi di purine e assumendo i farmaci adeguati, è possibile prevenire gli attacchi di gotta (6). Alimenti che spesso scatenano attacchi di gotta includono carni d’organo, carni rosse, frutti di mare, alcol e birra. Contengono una quantità da moderata ad alta di purine (7, 8).

Esiste, tuttavia, un’eccezione a questa regola. La ricerca mostra che le verdure ad alto contenuto di purine non causano attacchi di gotta (9). Ed è interessante notare che fruttosio e bevande zuccherate possono aumentare il rischio di gotta e attacchi di gotta, anche se non sono ricchi di purine (10). Invece, possono aumentare i livelli di acido urico accelerando diversi processi cellulari (11, 12).

Ad esempio, uno studio su oltre 125.000 partecipanti lo ha rilevato le persone che consumavano più fruttosio avevano un rischio maggiore del 62% di sviluppare la gotta (13).

D’altra parte, la ricerca lo dimostra latticini a basso contenuto di grassi, prodotti a base di soia e integratori di vitamina C possono aiutare a prevenire gli attacchi di gotta riducendo i livelli di acido urico nel sangue (14, 15).

I latticini grassi e ricchi di grassi non sembrano influenzare i livelli di acido urico (5, 16).

frattaglie fa male alla gotta
frattaglie

Quali cibi evitare in caso di gotta?

Se sei soggetto ad attacchi di gotta improvvisi, evitare i principali colpevoli: cibi ad alto contenuto di purine. Si tratta di alimenti che contengono più di 200 mg di purine ogni 100 grammi (17).

Dovresti anche evitare cibi ricchi di fruttosio., nonché alimenti a medio contenuto di purine, che contengono 150-200 mg di purine per 100 g. Questi possono scatenare un attacco di gotta.

Ecco alcuni cibi ad alto contenuto di purine, medio-purina e ad alto contenuto di fruttosio da evitare (6, 11, 17):

  • Tutte le frattaglie: Questi includono il fegato, i reni, le animelle e il cervello.
  • Gioco carne: Esempi: fagiano, vitello e cervo.
  • Pescare: Aringa, trota, sgombro, tonno, tonno, sardine, acciughe, eglefino, ecc.
  • Altri frutti di mare: Capesante, granchio, gamberi e uova di pesce
  • Bevande zuccherate : Soprattutto succhi di frutta e bibite zuccherate.
  • Zuccheri aggiunti: miele, nettare d’agave e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.
  • Lieviti: Lievito alimentare, lievito di birra e altri integratori di lievito

Inoltre, il carboidrati raffinati come pane bianco, torte e biscotti dovrebbero essere evitati. Sebbene non siano ricchi di purine o fruttosio, sono poveri di nutrienti e possono aumentare i livelli di acido urico (21).

Alimenti per la gotta senza purine

Quali cibi dovresti mangiare per la gotta?

Sebbene una dieta favorevole al gusto elimini molti alimenti, ci sono ancora molti cibi a basso contenuto di purine che puoi mangiare. Gli alimenti sono considerati a basso contenuto di purine quando contengono meno di 100 mg di purine per 100 grammi.

Ecco alcuni alimenti a basso contenuto di purine che sono generalmente sicuri per le persone con la gotta (20, 22):

  • Frutta: Tutti i frutti sono generalmente buoni per la gotta. Le ciliegie possono anche aiutare a prevenire gli attacchi abbassando i livelli di acido urico e riducendo l’infiammazione (23, 24).
  • Verdure : Si consigliano tutte le verdure, comprese patate, piselli, funghi, melanzane e verdure a foglia verde scuro.
  • Legumi: Tutti i legumi sono buoni, comprese le lenticchie, i fagioli, la soia e il tofu.
  • Noccioline : Tutte le noci e i semi.
  • Cereali integrali: Questi includono avena, riso integrale e orzo.
  • Latticini : Tutti i latticini sono sicurima i prodotti a basso contenuto di grassi sembrano essere particolarmente utili (11, 18).
    Uova
  • Bevande : Caffè, tè e tè verde.
  • Erbe e spezie: Tutte le erbe e le spezie.
  • Oli vegetali: Compresi oli di canola, cocco, oliva e semi di lino.

Cibi che puoi mangiare con moderazione

Oltre alle frattaglie, alla selvaggina e ad alcuni pesci, la maggior parte delle carni può essere consumata con moderazione, soprattutto le carni bianche. Dovresti limitarti a 115-170 grammi di questi un paio di volte a settimana (20).

Contengono una moderata quantità di purine, che è considerata 100-200 mg per 100 grammi. Quindi, mangiarne troppo può scatenare un attacco di gotta.

  • Carni: Questi includono pollo, manzo, maiale e agnello.
  • Altri pesci: Il salmone fresco o in scatola generalmente contiene meno purine rispetto alla maggior parte degli altri pesci.

pasti giornalieri per la dieta della gotta 1 settimana

7 menù gourmet “antigoccia”.

Adottare una dieta adatta alla gola ti aiuterà ad alleviare il dolore e il gonfiore, prevenendo ulteriori attacchi in futuro. Ecco un esempio di menu gourmet per una settimana.

lunedì

  • Prima colazione : Avena con yogurt greco e 1/4 di tazza (circa 31 grammi) di frutti di bosco.
  • Il pranzo : Insalata di quinoa con uova sode e verdure fresche.
  • Cenando : Pasta integrale con pollo arrosto, spinaci, peperoni e feta magra.

martedì

  • Prima colazione : Liscio con 1/2 tazza (74 grammi) di mirtilli, 1/2 tazza (15 grammi) di spinaci, 1/4 tazza (59 ml) di yogurt greco e 1/4 di tazza (59 ml) di latte magro.
  • Il pranzo : Panino integrale con uova e insalata.
  • Cenando : Pollo e verdure saltate in padella con riso integrale.

Mercoledì

  • Prima colazione : Avena notturna: fiocchi d’avena da 1/3 di tazza (27 grammi), 1/4 di tazza (59 ml) di yogurt greco, 1/3 di tazza (79 ml) di latte magro, 1 cucchiaio. cucchiai (14 grammi) di semi di chia, 1/4 di tazza (circa 31 grammi) di frutti di bosco e 1/4 cucchiaino. (1,2 ml) estratto di vaniglia. Lascia riposare per una notte.
  • Il pranzo : Ceci e verdure fresche in un involucro integrale.
  • Cenando : Salmone cotto alle erbe con asparagi e pomodorini.

Giovedì

  • Prima colazione : Budino di semi di chia – 2 cucchiai. (28 grammi) di semi di chia, 1 tazza (240 ml) di yogurt greco e 1/2 cucchiaino. (2,5 ml) estratto di vaniglia con frutta a fette a scelta. Lascia riposare in una ciotola o in un barattolo di vetro per una notte.
  • Il pranzo : Salmone avanzato con insalata.
  • Cenando : Insalata di quinoa, spinaci, melanzane e feta.

venerdì

  • Prima colazione : Toast francese alla fragola.
  • Il pranzo : Panino integrale con uova sode e insalata.
  • Cenando : Tofu saltato in padella e verdure con riso integrale.

il sabato

  • Prima colazione : Frittata di funghi e zucchine.
  • Il pranzo : Tofu saltato avanzato e riso integrale.
  • Cenando : Hamburger di pollo fatti in casa con insalata fresca.

Domenica

  • Prima colazione : Frittata di spinaci e funghi.
  • Il pranzo : Ceci e verdure fresche in un involucro integrale.
  • Cenando : Tacos all’uovo strapazzato – uova strapazzate con spinaci e peperoni su tortillas integrali.

Altri cambiamenti nello stile di vita che puoi apportare

Oltre alla dieta, ci sono diversi cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare a ridurre il rischio di gotta e attacchi di gotta.

Perdere peso

Se hai la gotta, essere in sovrappeso può aumentare il rischio di avere attacchi di gotta. È perchèessere in sovrappeso può renderti più resistente all’insulina, portando all’insulino-resistenza. In tali casi, il corpo non può utilizzare correttamente l’insulina per rimuovere lo zucchero dal sangue. La resistenza all’insulina promuove anche livelli elevati di acido urico (25, 26).

La ricerca mostra che la perdita di peso può aiutare a ridurre la resistenza all’insulina e i livelli di acido urico (27, 28).

Detto questo, evita le diete drastiche, ovvero cerca di dimagrire molto velocemente mangiando pochissimo. La ricerca lo dimostrauna rapida perdita di peso può aumentare il rischio di attacchi di gotta (29, 30, 31).

Esercitarsi di più

L’esercizio fisico regolare è un altro modo per prevenire gli attacchi di gotta. L’esercizio non solo può aiutarti a mantenere un peso sano, ma può anche mantenere bassi i livelli di acido urico (32).

Lo ha scoperto uno studio su 228 uomini chi correva più di 8 km al giorno aveva un rischio di gotta inferiore del 50%.. Ciò è anche in parte spiegato dal fatto che il peso da trasportare era inferiore (33).

Rimani idratato

Rimanere idratati può aiutare a ridurre il rischio di attacchi di gotta. È perchèun’adeguata assunzione di acqua aiuta il corpo a rimuovere l’eccesso di acido urico dal sangue e a espellerlo nelle urine (34, 35).

Se ti alleni molto, è ancora più importante rimanere idratati perché potresti perdere molta acqua con la sudorazione.

Limita l’assunzione di alcol

L’alcol è un fattore scatenante comune per gli attacchi di gotta (36, 37). Questo perché il corpo può dare la priorità all’eliminazione dell’alcol rispetto all’eliminazione dell’acido urico, lasciando che l’acido urico si accumuli e formi cristalli (38).

Lo ha scoperto uno studio su 724 persone bere vino, birra o alcol aumenta il rischio di un attacco di gotta. Da uno a due drink al giorno aumentava il rischio del 36% e da due a quattro drink al giorno lo aumentavano del 51% (39).

Prova un integratore di vitamina C

La ricerca mostra che gli integratori di vitamina C possono aiutare a prevenire gli attacchi di gotta abbassando i livelli di acido urico (40, 41, 42). La vitamina C sembra fare questo aiutando i reni a eliminare più acido urico nelle urine (43).

La ricerca sugli integratori di vitamina C per la gotta è nuova, quindi sono necessari ulteriori studi prima di poter trarre conclusioni forti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.