Idratazione: quanta acqua dovremmo bere al giorno? – Salute e benessere

Spesso ci viene detto che dovremmo bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno. Cosa sono otto bicchieri? Quanta acqua fa un bicchiere? Questo vale per tutti? Come guida generale rapida, ecco una semplice formula per calcolare il quantità minima di acqua da bere al giorno.

Il tuo peso corporeo in chilogrammi (Kg), diviso per 8. Questo darà il numero di bicchieri da bere al giorno (1 bicchiere = 230 ml). Non compreso ? Segui questo esempio sarà molto chiaro:

Esempio

  • Il tuo peso corporeo = 80 Kg
  • 80 / 8 = 10 bicchieri (da bere durante la giornata)
  • 1 bicchiere = 230 ml – questo dà un minimo di 2,3 litri di acqua al giorno

Più alto è il tuo peso corporeo, più acqua avrai bisogno. AVVERTIMENTO : il risultato ti dice il quantità minima di acqua che devi bere in un giorno.

Per risparmiare sui calcoli, ecco il tasso di assunzione di acqua in base al peso corporeo rispetto al livello di attività fisica:

Il peso Bassa attività fisica, litri Attività fisica media, litri Elevata attività fisica, litri
50 1.1 1.3 1.8
60 1.3 1.5 2.1
70 1.5 1.8 2.4
80 1.8 2.1 2.7
90 2.1 2.4 3
100 2.3 2.7 3.3

quanta acqua bere al giorno

I FATTORI CHE INFLUENZANO LA QUANTITÀ DI ACQUA NECESSARIA GIORNALIERA

La quantità di acqua di cui il nostro corpo ha bisogno per mantenersi in salute dipende da una serie di fattori:

  • Pratica : Più ti alleni, più acqua avrai bisogno per rimanere idratato ed eliminare le tossine. Oltre ai tuoi requisiti minimi, due o tre bicchieri in più per ogni ora di esercizio dovrebbero essere sufficienti.
  • Ambiente : In un clima caldo e umido, che aumenta la sudorazione e la minzione, bere bicchieri d’acqua in più per reintegrare i liquidi persi e mantenere l’idratazione.
  • Malattie o problemi di salute : In caso di febbre, vomito o diarrea, il tuo corpo perde acqua che deve essere reintegrata con soluzioni reidratanti (elettroliti). Anche altri problemi di salute, come infezioni del tratto urinario o della vescica, possono farti bere di più.
  • Madri in gravidanza o allattamento : Per le donne in gravidanza si applica la formula di cui sopra, incluso ovviamente il peso della gravidanza. Per le madri che allattano, cerca di bere almeno due o tre bicchieri in più al giorno, oltre al minimo richiesto.

CONSIGLI PER BERE PIÙ GIORNALIERO

    • Il momento migliore per bere l’acqua è durante la prima metà della giornata e meno vicino all’ora di coricarsi. Per ottenere più acqua di quella che bevi, puoi aggiungere alcuni ingredienti che possono aiutare con la tua salute generale:
    • Un cucchiaino di aceto di mele o un cucchiaio di aceto di miele in un bicchiere d’acqua per abbattere i grassi. Questo aiuta anche a controllare la pressione sanguigna.
    • Spremere mezzo limone in un bicchiere d’acqua da bere una volta al giorno. L’acqua di limone aiuta la digestione e l’eliminazione dei rifiuti, controllando così la stitichezza e la diarrea. Aiuta anche ad alleviare il bruciore di stomaco, il gonfiore e l’eruttazione. Ci sono molti altri benefici per la salute, inoltre alcalinizza il corpo.
    • Aggiungi un pizzico di sale marino per ogni 100 g di acqua che bevi. Il sale marino contiene oltre 80 tipi di minerali e sostanze nutritive naturali che sono benefici per il nostro corpo e aiutano ad alleviare molte condizioni di salute, come liberare i polmoni dal muco in eccesso e prevenire i crampi muscolari. A differenza del sale da cucina, aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. Il sale marino è sale vivo, non fa venire sete.

Ci sono diversi affascinanti motivi per cui è meglio bere acqua calda piuttosto che fredda.

LO SAPEVATE ?

Il primo sintomo che indica che sei disidratato è la sete! Soprattutto, non aspettare di avere sete da bere! La sensazione di sete è il segnale di avvertimento del tuo corpo che è disidratato. È meglio idratarlo regolarmente, anche senza avere sete.

Bere o ma non più del necessario. Quando c’è un eccesso di acqua corporea rispetto al sodio corporeo totale. Si parla di iponatriemia quando il livello di sodio è inferiore a 136 mmol/l. La maggior parte dell’iponatriemia è superiore a 125 mmol/l e è asintomatica. Solo l’iponatriemia grave, cioè inferiore a 125 mmol/l, o l’iponatriemia sintomatica costituiscono un’emergenza diagnostica e terapeutica.

CHE ACQUA C’È NELLA DIETA?

Quali sono gli alimenti più ricchi di acqua? Prima di tutto, ovviamente, frutta e verdura. Tra i frutti, alcuni sono vere e proprie riserve d’acqua. Il melone e l’anguria contengono il 90-91% di acqua. Gli agrumi (pompelmo, limone, arancia, ecc.) sono ben posizionati con quasi l’88-90% di acqua. Idem per le fragole (circa il 90%). L’uva contiene più dell’80% di acqua.

Anche le verdure sono molto idratanti, soprattutto se consumate crude. Il cetriolo (scarsamente nutriente e povero di calorie) è il campione con un contenuto di acqua del 97%, seguito da vicino da lattuga o pomodori (in media dal 93 al 95%), zucca e zucchine (dal 90 al 95%). Tutte le verdure sono ricche di acqua. Patate, carote, zucca, peperoni contengono circa l’80% di acqua per il 20% di materia solida. Ma, ovviamente, la cottura fa evaporare buona parte di quest’acqua.

I latticini sono anche ottimi fornitori di acqua. Il latte contiene fino al 90% di acqua, i latticini (yogurt, formaggi freschi, ecc.) circa l’80% di acqua.

Ma l’acqua pura è ancora la panacea per il metabolismo, circola e rimane più a lungo nel corpo prima di essere evacuata.

Bevi alla tua salute. È una cosa facile da fare!

leggere anche: Come alcalinizzare l’acqua in modo naturale?

Leave a Reply

Your email address will not be published.