Lattosio: allergia o intolleranza, qual è la differenza? – Salute e benessere

Scopri le differenze tra allergia al latte e intolleranza al lattosio.

L’allergia al latte non deve essere confusa con l’intolleranza al lattosio.

Un’allergia alimentare si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo a una specifica proteina alimentare. Quando si mangiano o si bevono proteine ​​alimentari, possono scatenare una reazione allergica. I sintomi possono variare da lievi (eruzioni cutanee, orticaria, prurito, gonfiore, ecc.) a gravi (difficoltà respiratorie, respiro sibilante, perdita di coscienza, ecc.). Un’allergia alimentare può essere pericolosa per la vita.

A differenza delle allergie alimentari, le intolleranze alimentari non coinvolgono il sistema immunitario. Le persone intolleranti al lattosio non ricevono l’enzima lattasi. La lattasi scompone il lattosio, uno zucchero presente nel latte e nei latticini. Pertanto, le persone con intolleranza al lattosio non sono in grado di digerire questi alimenti. Possono avere sintomi come nausea, crampi, gas, gonfiore e diarrea. Sebbene l’intolleranza al lattosio possa causare un grande disagio, non è in pericolo di vita.

Allergia o intolleranza alimentare al lattosio, qual è più grave?

Non dobbiamo confondere ilintolleranza allo zucchero del latte (lattosio) e ilallergia alle proteine ​​del latte. Colpisce il 3% dei bambini e scompare, il più delle volte, prima dei 3 anni, ma può persistere anche nell’età adulta. I sintomi sono molto simili, ma i meccanismi differiscono e l’allergia è potenzialmente più grave.

Allergia al lattosio è il sistema immunitario che è coinvolto

L’allergia deriva da un sistema immunitario troppo zelante che identifica come pericolosi prodotti che non lo sono. “Durante un primo contatto, chiamato sensibilizzazione, il corpo produce “soldati” contro questo presunto nemico, spiega il dottor Silcret-Grieu, allergologo a Parigi. Se l’indesiderato si ripresenta, si scatenerà la reazione allergica, gli anticorpi che provocano in particolare il rilascio di istamina, che causa sintomi. »

Struttura chimica del lattosio
Struttura chimica del lattosio

Il pericolo è quello è probabile che le proteste diventino ogni volta più forti. Il corpo produce sempre più anticorpi ad ogni contatto, finché non provoca a angioedema (gonfiore delle labbra e delle palpebre, palpebre pruriginose…), anche a shock anafilattico (pressione sanguigna bassa, problemi cardiaci, difficoltà respiratorie, ecc.) mettendo a rischio la vita.

L’intolleranza non provoca una reazione immunitaria

L’intensità dei sintomi è solo proporzionale alla quantità di cibo ingerito. Mentre, quando si è allergici a una sostanza, è imperativo non consumarla affattoin caso di intolleranza, farne a meno completamente non è necessario e anche, meno mangiamo, più la secrezione di lattasi si asciugherà, aumentando i problemi in caso di nuovo contatto.

Altra differenza

L’allergia di solito si manifesta molto rapidamenteda pochi minuti a un’ora dopo il contatto. Se i sintomi compaiono tardi, ci sono meno possibilità che siano di natura allergica. In caso di dubbio si consigliano esami effettuati da un allergologo.

L’intolleranza al lattosio è quasi normale…

Si stima che approssimativamente 1 francese su 3 è intollerante al lattosio. Non tutti ne soffrono seriamente, ma circa 5 milioni ne sono molto infastiditi. In Francia e in Europa o nel mondo, questi sono le popolazioni che vivono di più al sud sono le più preoccupate da intolleranza al lattosio. Si tratta di una media di 6 persone su 10, mentre al nord la proporzione scende a 1 su 10. Nelle società in cui non vengono consumati prodotti lattiero-caseari, come nel sud-est asiatico, quasi il 100% della popolazione non lo sopporta.

” Qualunque cosa, non è una malattia. L’intolleranza al lattosio è ancora più un fenomeno naturale e come tale non è mai pericoloso”, afferma il professor Robert Benamouzig. Da non confondere ovviamente con l’allergia. (leggere, a test fai-da-te per scoprire se sei intollerante al lattosio)

Leggi anche: Cosa fare in caso di intolleranza al lattosio?

Leave a Reply

Your email address will not be published.