Letame di ortica: a cosa serve e come farlo da soli – Giardino

Il letame di ortica è un alimento organico e libero per piante e terriccio che può essere facilmente prodotto in qualsiasi giardino. Tutto ciò che serve sono ortiche giovani e un po’ d’acqua (idealmente acqua piovana).

Rose, pomodori, ortaggi a radice, legumi e quasi tutte le altre piante sembrano trarre vantaggio dalla sua applicazione: i colori, la crescita delle piante, i sapori e le consistenze sembrano tutti migliorare.

Leggi anche: 5 vantaggi dell’ortica che dovresti conoscere

Le ortiche hanno radici profonde e, man mano che crescono, sollevano tracce di minerali dal terreno più profondo che sono essenziali per la salute delle piante ma che spesso mancano negli strati superiori del suolo regolarmente coltivati.

Il letame di ortica può essere avviato in primavera, quando iniziano a comparire le giovani ortiche, e può essere continuato per tutta l’estate e l’inizio dell’autunno per fornire un prezioso nutrimento alla pianta e al suolo durante le principali stagioni di crescita.

Ricetta letame di ortica

Di cosa avrai bisogno

  • Un contenitore a tenuta stagna, aperto in alto ma con coperchio – di metallo o di plastica andrà bene – non complicare le cose avendo un contenitore con un rubinetto vicino al fondo, i gambi di ortica tenderanno a intasare l’uscita
  • alcune ortiche
  • Un po’ d’acqua – idealmente acqua piovana
  • Un peso – andrà bene un vecchio mattone o una grossa pietra

Preparazione del letame di ortica fatto in casa

  1. Raccogli le ortiche indossando guanti e con un coltello o una falce se ne hai uno – le ortiche giovani sono più adatte perché si decompongono più velocemente e contengono meno fibre vegetali rispetto alle piante più vecchie – ma le ortiche più vecchie funzioneranno, anche se impiegano più tempo per decomporsi e produrre di più rifiuti fibrosi.
    Se riesci a raccogliere le ortiche falciandole, ti aiuterà a iniziare ad abbattere la struttura della pianta e ad accelerare il processo: non preoccuparti che venga raccolta anche l’erba. In alternativa, prima di mettere le ortiche nel contenitore, puoi schiacciarle o ammaccarle attorcigliandole in mano con guanti da giardinaggio per impieghi gravosi, oppure stenderle a terra e falciarle con un tosaerba (con vasca di raccolta).
  2. Riempi il contenitore con le ortiche tagliate, schiacciate o schiacciate.
  3. Aggiungere acqua – premendo leggermente le ortiche, aggiungere acqua solo per coprirle – l’acqua in eccesso ridurrà la forza del letame prodotto.
  4. Coprire il contenitore per evitare che l’acqua piovana trabocchi.
    Quando le ortiche si decompongono, le fibre vegetali salgono verso l’alto. Dopo qualche giorno, posizionate un peso sul “porridge” per tenerlo sott’acqua. Usa un pezzo di rete rigida, appena più stretto del contenitore, sotto il peso, per aiutare a trattenere tutte le fibre.
  5. Mescolare due volte al giorno e contemporaneamente metterlo al riparo dal sole, ovviamente all’ombra, ma la temperatura minima non deve scendere sotto i 15 gradi.

Il letame di ortica impiega dalle tre alle quattro settimane per “maturare” e “matura” con un odore abbastanza terroso, quindi puoi posizionare il contenitore in un luogo remoto.

Puoi aggiungere ortiche e, se necessario, acqua nel contenitore per tutta la stagione. È meglio lasciare le vecchie fibre vegetali nel contenitore fino alla fine della stagione, quindi metterle nel cumulo di compost.

Ricorda che se aggiungi le ortiche senz’acqua, la “poltiglia” tenderà a diventare più forte, e quando aggiungi acqua, la “poltiglia” sarà diluita, quindi potrebbe essere necessario lasciarla maturare un po’ prima di utilizzarla.

Alla fine della stagione dell’ortica continuare ad utilizzare la ‘bevanda’ e una volta che è stata utilizzata l’ultima immersione il contenitore deve essere pulito, le fibre dell’ortica poste sul cumulo di compost e conservate per l’uso l’anno successivo.

Uso di letame di ortica

Come già accennato, il letame di ortica ha un odore un po’ terroso. Usarlo per nutrire le piante d’appartamento non è quindi necessariamente l’ideale.anche se l’odore tende a svanire una volta applicato.

Il letame di ortica può essere utilizzato come mangime per il terreno o il fogliamema se preparato con la giusta proporzione di acqua alle ortiche, l’infuso deve essere diluito prima dell’uso – la forza ideale è il colore del tè – con una “infusione” a piena forza può essere di ca. 1 parte di letame in 10 parti di acqua.

Il tè maturo può essere usato a spruzzoma deve essere filtrato prima dell’uso per rimuovere le piccole fibre che inevitabilmente galleggeranno nella soluzione e potrebbero ostruire l’ugello del vaporizzatore.

Un altro vantaggio dell’utilizzo del letame di ortica è quelloagisce come repellente per insetti – basta metterlo a terra o il fogliame e gli insetti scompaiono.

Letame di ortica, i suoi benefici…

L’ortica fresca è molto ricca di ferro e azoto, è utile per curare le piante; puoi metterlo fresco piantagioni di pomodori o qualsiasi piano del giardino anche i fiori.

Sotto forma di liquame, l’ortica avrà l’effetto di stimolare la pianta, vale a dire che aumenterà la resistenza agli attacchi esterni, la sua particolarità è essere efficace contro la muffa, quindi tutte le piante come pomodori, ortensie, rose o viti… tutto ciò che è a rischio di muffa.

È interessante spruzzare un po’, il consiglio è sempre di metterlo in piedi dosato al 5% è sufficiente, non ha senso esagerare, altrimenti rischi di stressare la tua pianta, meglio riapplicare più spesso. Da una volta alla settimana a una volta ogni dieci giorni in qualsiasi fase della raccolta.

come fare il letame di ortica

Leave a Reply

Your email address will not be published.