Parabrezza: l’antiappannamento fatto in casa che funziona dal fuoco di Dio

L’inverno sta arrivando, le notti si fanno sempre più fredde, la nebbia comincia ad apparire al mattino quando prendiamo la nostra macchina. Come disappannare rapidamente il parabrezza? E soprattutto come evitare la condensa sui vetri interni? Ecco i suggerimenti che funzionano.

Niente è più fastidioso dell’essere in ritardo al lavoro o a scuola perché non si poteva partire a causa del finestrino dell’auto che non si è ancora sbrinato e disappannato. Certo, la sera prima hai dimenticato di coprire la tua auto, e non tutti hanno il lusso di un posto auto coperto o di un garage dove l’auto può essere protetta.

Leggi anche: Come (correttamente) pulire i vetri interni dell’auto

Ma come evitare l’appannamento dei vetri? Certo, non hai molto tempo al mattino e vuoi sempre poter partire velocemente. Prova questo semplice trucco per prevenire l’appannamento del finestrino dell’auto. Super maneggevole, giusto?

trucco per non avere nebbia sul parabrezza ed evitare la condensa in macchina

Un calzino e della lettiera per gatti e finalmente niente più nebbia sul parabrezza

In questo modo ti assicurerai di non avere mai più una finestra nebbiosa al mattino: tutto ciò di cui hai bisogno è un calzino e della lettiera per gatti! Veramente ?! Incredibilmente economico e disponibile ovunque, questa cosa ti farà risparmiare 15 minuti al mattino che potrai dedicare a cose più importanti! Come procedere :

  1. Prendi un (vecchio) calzino dall’armadio e riempilo fino alla caviglia con lettiera per gatti.
  2. Quindi, fai un nodo nel calzino e mettici sopra l’altro calzino della coppia.
  3. Infine, fai un altro nodo all’altra estremità. Ma cosa fare dopo?

È tutto adesso? Beh, sembra di sì! Appoggia il calzino sul cruscotto o altrove in macchina.

Ma come funziona allora? In effetti, è un trucco molto semplice perché lettiera per gatti funziona come un assorbitore di umidità. Naturalmente, se la tua auto è vecchia, le guarnizioni di porte e finestrini non dovrebbero più essere efficaci, potresti aver bisogno di più calze per ottenere lo stesso risultato. In questo modo non dovrai mai più sederti con i finestrini appannati!

Leggi anche: Guidare sulla neve: i trucchi dei nonni

Puoi anche acquistare un pad antiappannamento è un’ottima alternativa ai problemi di appannamento sul parabrezza. Ne trovi alcuni a partire da 10€ su internet.

ecco un parabrezza pulito e senza appannamento

3 consigli per prevenire la comparsa di appannamento sui finestrini dell’auto

Assorbire l’umidità dalla condensa va bene, ma significa che c’è GIÀ umidità nel tuo veicolo, quindi per affrontare la causa e non la conseguenza, ecco i modi migliori per non farlo: fai entrare l’umidità nel tuo veicolo ed evita così la comparsa di nebbia il più possibile alle finestre. Segui il leader !

1. Ventilazione e/o aria condizionata

Inizia accendendo la ventola nella posizione del parabrezza. Il disappannamento rimuove la nebbia inviando aria fredda e poi calda sul parabrezza.
Se hai l’aria condizionata, l’aria fredda è più veloce ed efficace per pulire il parabrezza.

fermare il riciclo dell'aria nell'abitacolo2. Non portare aria dall’esterno

Una cosa da non fare! Affinché l’aria possa disappannare il parabrezza, deve essere caricato di umidità. Solo l’aria proveniente dall’esterno può essere, essendo l’aria interna già satura. Per questo motivo si consiglia di non riciclare l’aria interna. (il pulsante utilizzato per farlo rappresenta un’auto con una freccia che gira nel vuoto).

3. Controllare le guarnizioni dei finestrini

Lo dimentichiamo, ma sono quelli che impediscono all’umidità di entrare. Quindi, che sia il tuo parabrezza come i finestrini posteriori o laterali, è necessario controllare se le guarnizioni sono in buone condizioni. Molto spesso l’aria entra attraverso un giunto mal incollato o deteriorato.

Leggi anche: Occhiali appannati con la mascherina covid-19: i consigli qui

consigli per rimuovere la nebbia dai finestrini dell'auto

Leave a Reply

Your email address will not be published.