Prevenire la ricorrenza dell’ictus: quattro semplici modi: salute e benessere

Prevenire la ricorrenza dell’ictus: quattro semplici modi: salute e benessere

Dopo un ictus, ci sono alcune precauzioni da prendere per evitare che si ripeta. Cose da evitare, cibi da privilegiare e rimedi naturali…

La vita dopo un ictus può essere difficile, per non parlare della preoccupazione aggiuntiva di averne un altro. Ogni anno in Francia si stima che un ictus su quattro colpisca una persona che è già sopravvissuta a un ictus. Puoi ridurre il rischio di ictus concentrandoti sui fattori che puoi controllare:

  • Cibo
  • Pratica
  • Fumare
  • Gestione dei farmaci
  • Gestione di altre condizioni
  • Mangiare sano

Una buona dieta

La dieta è un ottimo modo per mantenere il tuo corpo sano e prevenire le malattie croniche. Oltre a scegliere più frutta e verdura, carni magre, frutti di mare, latticini a basso contenuto di grassi, cereali integrali e fibre, dovresti limitare i grassi saturi e trans, il sodio, l’alcol e gli zuccheri aggiunti. Queste scelte possono mantenere bassi i livelli di pressione sanguigna e colesterolo, riducendo significativamente il rischio di un secondo ictus.

Leggi anche: I 10 migliori cibi sani per il cuore

Molti sopravvissuti a un ictus hanno un appetito limitato o ha difficoltà a mangiare a causa di problemi di deglutizione o movimento limitato del braccio. Per aiutare te, tu e i tuoi caregiver potete creare pasti dai sapori più forti e dai colori decisi. prova aaggiungi erbe e spezie senza sale per stuzzicare le tue papille gustative e tagliare il cibo a pezzetti o scegli cibi più morbidi che sono più facili da masticare.

Rimani attivo e smetti di fumare

L’ictus può limitare la tua mobilità, ma anche piccole quantità di attività fisica possono migliorare la tua salute generale. Inizia con un’attività a basso impatto che ti piace (yoga o pilates, per esempio). Prendi nota dei tuoi progressi e sii orgoglioso di ogni minuto in cui sei attivo. Anche cinque minuti di camminata o di cerchi delle braccia possono aiutare la tua salute fisica e la tua salute mentale. L’esercizio fisico può anche aumentare la fiducia in se stessi, prevenire la depressione e l’ansia e rigenerarti.

Il fumo è un importante fattore di rischio per ictus futuri perché riduce la quantità di ossigeno nel sangue. Il cuore quindi lavora di più ed è più probabile che si formino coaguli di sangue. Il fumo contribuisce anche all’ipertensione e alle malattie respiratorie. Sebbene sia difficile smettere di fumare, i fumatori hanno il doppio delle probabilità di avere un ictus rispetto ai non fumatori, quindi conosci i vantaggi e fatti aiutare dalla famiglia, dai colleghi e dagli operatori sanitari. Vedi qui suggerimenti per smettere di fumare.

Tieni d’occhio i disturbi e i relativi rischi

Diverse condizioni e misure di salute hanno un impatto diretto sul fatto che tu abbia o meno un altro ictus. L’ipertensione può indebolire gradualmente le arterie, quindi tienila sotto controllo apportando modifiche allo stile di vita e assumendo farmaci. Allo stesso modo, l’ipercolesterolemia deve essere gestita con attenzione e spesso vengono prescritte statine per abbassare il colesterolo.

Dovresti anche essere controllato per un tipo di battito cardiaco irregolare chiamato fibrillazione atriale, che, a seconda della causa e della gravità, può essere trattata in diversi modi. Sebbene non sia così comune come l’ipertensione e il colesterolo, la fibrillazione atriale è fortemente associata all’ictus. Pozze di sangue nel cuore, che possono formare coaguli che viaggiano fino al cervello.

apnea notturna è comune nei sopravvissuti ed è associato a un rischio molto più elevato di un altro attacco. L’apnea notturna blocca le vie aeree, il che porta a una diminuzione dell’ossigeno nel sangue, un battito cardiaco accelerato e un aumento della pressione sanguigna. Il diabete di tipo 2, se non ben controllato, può portare a seri problemi cardiovascolari, compreso l’ictus.

Concentrati sulla tua respirazione quotidiana facendo respiri profondi forse una buona opzione

Prendi le tue medicine

I tuoi medici, farmacisti e altri operatori sanitari probabilmente ti hanno fornito un elenco di prescrizioni e quando e come prenderle. Aggiunto a tutti gli altri consigli che ti sono stati dati, può essere opprimente, frustrante e persino offensivo. Sfortunatamente, non assumere i farmaci come indicato – o non seguire le linee guida, come lo chiamano i professionisti medici – ti espone a un rischio molto maggiore di avere di nuovo un ictus.

Leggi anche: Impara come salvare una vita praticando il massaggio cardiaco

Una delle cause del mancato rispetto degli ordini del medico è il diniego. È nella natura umana sperare che ignorando qualcosa vada via e che non assumere farmaci possa allontanare la realtà. Anche se saltare una dose o un giorno di trattamento non ti farà sentire diverso, gli effetti a lungo termine possono essere pericolosi. Se non sei sicuro del tuo dosaggio o sei frustrato per non vedere i risultati, parla con il tuo medico prima di apportare modifiche da solo.

Tuttavia, puoi ridurre gli effetti collaterali dei farmaci (acidosi, affaticamento, dolore, digestione, ecc.) seguendo questi suggerimenti.

Qualche consiglio in più per evitare un secondo ictus

Identifica i fattori di rischio che hanno causato il tuo primo ictus. Dopo aver identificato e discusso le cause con il tuo medico, affronta individualmente ciascuno dei fattori di rischio e trova il modo di prendere il controllo in modo da poter essere attivo nella prevenzione di un ictus ricorrente. Le strategie saranno diverse per ciascun fattore di rischio. L’obiettivo è che tu abbia un piano e ti prenda cura della tua salute.

Per i sopravvissuti a un ictus e le persone che hanno avuto un TIA, sono altamente raccomandati controlli regolari, per garantire che condizioni di silenziosità come ipertensione, colesterolo alto e diabete siano adeguatamente controllate.

Il medico può prescrivere farmaci per abbassare i livelli di colesterolo e consigliare uno stile di vita sano per il cuore. Mangia o bevi regolarmente i seguenti alimenti per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di salute:

Tè nero o verde

Il tè contiene nutrienti vegetali chiamati flavonoidi, che possono aiutare ad abbassare il colesterolo e la pressione sanguigna. Bere almeno 3 tazze di tè nero o verde al giorno può aiutare a ridurre il rischio di ictus. I ricercatori in uno studio hanno scoperto che le persone che bevevano questa quantità di tè verde o nero avevano un’incidenza significativamente più bassa di ictus ripetuti.

Il tè nero può essere particolarmente utile per la gestione del diabete. I composti del tè nero imitano gli effetti dell’insulina e impediscono all’amido di trasformarsi in zucchero.

Frutta e verdura

Frutta e verdura non fanno solo bene alla salute fisica. I ricercatori in uno studio del 2016 hanno scoperto che mangiare più frutta può aumentare la felicità e il benessere il giorno successivo. Consumare otto porzioni al giorno può aumentare la soddisfazione per la vita e aiutare a ridurre i livelli di stress.

Bomba a mano

Il concentrato di melograno è ricco di antiossidanti e fitosteroli, che sono steroidi vegetali che abbassano il colesterolo. Secondo l’Israel Institute of Technology, l’assunzione di concentrato di melograno con una terapia con statine a basso dosaggio o l’uso regolare di farmaci per abbassare il colesterolo può aiutare ad abbassare il colesterolo. Può anche ridurre gli effetti collaterali di una statina, come il dolore muscolare.

Insegna ai membri della famiglia i segni premonitori dell’ictus in modo che possano ottenere assistenza medica il prima possibile.

Se hai avuto un ictus o un TIA, tieniti aggiornato con le notizie mediche sui progressi nella prevenzione e nel trattamento e discuti questi nuovi sviluppi con i tuoi medici per ottenere la migliore interpretazione di come possono essere applicati alle tue cure.

Leave a Reply

Your email address will not be published.