Ricetta: Succo Verde Amaro Per Purificare Il Fegato – Cucinare

REGOLA I LIVELLI DI ZUCCHERO NEL SANGUE, DISINTOSSICA IL TUO FEGATO

Ora che le nostre priorità nutrizionali sono chiare, è tempo di ottimizzarle. Oltre a ridurre drasticamente l’assunzione di zucchero, una delle tante altre cose che puoi fare per migliorare la tua dieta quotidiana è assecondare – o coltivare – il gusto per i sapori amari.

L’antica tradizione europea degli amari “digestivi” non ha mai preso piede nel mondo, né l’ideale cinese di includere un alimento amaro in ogni pasto. Dei tre cibi veramente amari che consumiamo regolarmente – caffè, cioccolato e birra – i primi due sono solitamente vigorosamente dolci.

Ma c’è una logica seducente nel consumo di amari per la salute. Proprio come i dolci fanno aumentare e poi diminuire la glicemia, l’insulina e la fame, portando spesso all’obesità e al diabete di tipo 2 a lungo termine, la ricerca indica che i cibi amari possono avere l’effetto opposto, moderando sia la fame che la glicemia.

Le ragioni fisiologiche sono complesse, ma se volete capire meglio i benefici degli amari vi consiglio vivamente un nuovo libro dell’erborista Guido Masé dal titolo La soluzione della medicina selvaggia: guarigione con piante aromatiche, amare e toniche. (in inglese)

dente di leone amaro

Masé inizia avvertendo che è necessaria una certa cautela. Ci siamo evoluti per trovare un sapore amaro sgradevole perché l’amarezza a volte è un indicatore di tossicità. (I cibi dolci, d’altra parte, non sono quasi mai tossici, uno dei motivi per cui li preferiamo.) Ma non tutti i cibi amari sono tossici; infatti, molti cibi sani e ricchi di nutrienti hanno una certa amarezza, come i cavoletti di Bruxelles e le verdure a foglia verde.

Il fatto che l’amarezza a volte indichi tossicità può essere il motivo per cui i sapori amari riducono l’appetito. Se la pianta che uno dei nostri antenati cacciatori-raccoglitori ha mangiato fosse amara e velenosa, sarebbe un “segnale” di sopravvivenza che il sapore amaro ha ridotto la fame così lui o lei ne mangiava di meno. Oggi possiamo sfruttare consapevolmente questa tendenza mangiando amari prima dei pasti per aiutare a controllare l’appetito.

I cibi amari stimolano anche il fegato a produrre la bile, che è una parte importante di una digestione ottimale. La bile emulsiona i grassi e produce sostanze nutritive, in particolare quelle liposolubili come vitamine A, D, E e K – non più disponibile. Un altro modo per dirlo: i cibi amari sfidano il fegato. Lo fanno funzionare e lo aiutano a rimanere in salute, proprio come i muscoli hanno lavorato durante l’esercizio e funzionano meglio di quelli atrofizzati dal sottouso. Un fegato che viene spesso sfidato dall’amaro può gestire efficacemente il dolcetto occasionale, ma invertire il rapporto agrodolce porta alla steatosi epatica, all’obesità e al diabete di tipo 2.

Allora quali sono i migliori amari? Un modo ideale per aumentare l’assunzione di amaro è da cinque a nove porzioni giornaliere di verdure, comprese alcune con un elemento di sapore amaro come il radicchio, l’indivia belga e i broccoli di rapa. Consiglio anche:

Tonici amari: Spesso contengono la radice amara e non tossica della grande genziana gialla, Gentiana lutea, in una base alcolica. Sebbene in genere vengano aggiunti ai cocktail, i tonici amari possono essere aggiunti anche alle bibite o addirittura presi come spray per la bocca.

Melone amaro, Momordica charantia: Ampiamente disponibile nei supermercati a tema asiatico e facile da coltivare da seme, questo tradizionale favorito di Okinawa può aiutare a spiegare perché gli abitanti di Okinawa hanno la vita più lunga del mondo. Inizia con la varietà cinese più dolce, poi “gradua” la versione indiana più amara e intensa.

Denti di leone verdi, genere Taraxacum, diverse specie: Ci sono poche abitudini più sane del consumo regolare di tarassaco, che combinano i benefici di un sapore amaro forte ma accattivante con una straordinaria densità di nutrienti, simile a quella del cavolo cappuccio. Le verdure sono disponibili nei negozi di alimenti naturali o nel tuo giardino (dopo esserti assicurato che non siano stati spruzzati pesticidi o erbicidi su di loro e che nessun cane abbia visitato la zona).

Al di là delle considerazioni sulla salute, l’apprezzamento dell’amarezza può aprire un mondo completamente nuovo.

…Le altre 6 cose che il succo verde amaro può fare per il tuo corpo

Il sapore amaro di qualsiasi succo verde è utile per vari scopi :

Prova urgentemente questa ricetta del succo amaro (speciale detox del fegato):

succo di disintossicazione di fegato amaro di bietole

  • 3-4 foglie di bietola
  • Una manciata di foglie di rucola
  • 1 cetriolo (con la buccia)
  • 1/4 limone

Versare tutti gli ingredienti in un estrattore di SUCCO, e bevi questa bevanda ogni mattina a stomaco vuoto. Questo succo è adatto ai diabetici. Puoi sostituire la bietola con altre verdure a foglia scura.

Altre verdure amare che possono essere utilizzate come sostituti:

  • spinaci,
  • cavolo,
  • denti di leone,
  • zucca amara / melone amaro,
  • radicchio e cicoria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.