Secchezza vaginale acuta: i migliori trattamenti naturali

Alcune donne con secchezza vaginale acuta dicono che sembra che la carta vetrata stia rivestendo l’area più intima del loro corpo… Altre dicono che diventa così acuta che si formano crepe nelle loro pareti vaginali. Ecco alcuni rimedi topici naturali per trattare l’eccessiva secchezza vaginale.

Perdonami per queste immagini dolorose e destabilizzanti!

Sfortunatamente, più della metà delle donne soffre di atrofia vaginale e secchezza vaginale ad un certo punto della loro vita, specialmente dopo la menopausa, e questa condizione può rappresentare un serio ostacolo al rapporto sessuale. Oltre al dolore o al sanguinamento durante il rapporto, i sintomi che possono verificarsi in qualsiasi momento includono irritazione vaginale, dolorabilità vaginale e prurito, così come minzione dolorosa e/o incontinenza urinaria.

Le cause più comuni di secchezza vaginale

Le donne, giovani e anziane, sono tutte affette da secchezza vaginale. Le ragioni possono essere fisiche, mediche, ma anche psicologiche. Possibili cause sono:

  • Menopausa
  • Stress e tensione mentale
  • Contraccettivi ormonali (soprattutto la micropillola)
  • Malattie come il diabete mellito e la sclerosi multipla
  • Chemioterapia, radioterapia e trattamento antiormonale per alcuni tipi di cancro
  • Consumo pesante di alcol e sigarette
  • Squilibrio ormonale

La terapia ormonale sostitutiva orale migliora la lubrificazione vaginale…ma è costoso aumentando il rischio di malattie cardiache, ictus, coaguli di sangue e cancro al seno.

perdita della menopausa da estrogeni
HA – L’epitelio è denso, sano, pieno di estrogeni.
B– Dopo la perdita di estrogeni: l’epitelio è sottile e secco.

Inoltre, se tu (o la donna che ami) ce l’hai problemi di atrofia vaginale e secchezza vaginalestai sicuramente cercando rimedi per affrontare il problema senza correre tali rischi.

Dopo molte ricerche e letture, mi sono imbattuto nel libro di Laurie Steelsmith, ND, LAc, coautrice di Ottimo sesso, naturalmente. Ne discute nel suo libro diverse terapie naturali sicure ed efficaci che alleviano il problema. E non devi nemmeno ingoiare le pillole, dal momento che i rimedi che lei consiglia sono applicati localmente.

Leggi anche: I migliori rimedi naturali per le infezioni delle vie urinarie

Atrofia vaginale e secchezza…

L’atrofia e la secchezza vaginale sono definite come “la diminuzione delle dimensioni, la riduzione dell’elasticità, l’assottigliamento o l’aumento della fragilità dei tessuti vaginali, accompagnati da una riduzione della naturale lubrificazione della vagina”.

Quando la barriera protettiva delle mucose vaginali si rompe, aumenta il rischio di vaginite (infiammazione della vagina)…possono verificarsi crepe o piaghe nelle pareti vaginali…e c’è a aumento del rischio di lieviti vaginali e infezioni batteriche. Ovviamente, questo può rendere il sesso insopportabile per una donna (e sicuramente scomodo per il suo partner).

Se il tuo unico sintomo è a lieve secchezza vaginale che rende un po’ scomodo il rapporto, probabilmente dovrai solo usare un lubrificante personale appena prima del rapporto sessuale. Troverai nei negozi biologici e nelle farmacie specializzate lubrificanti naturali al 100% con Aloe Vera.


Tuttavia, per i sintomi più gravi della malattia vaginale acutaprobabilmente è meglio provare applicazioni regolari di un prodotto topico che renda la vagina più confortevole, sana, lubrificata, flessibile.

Secchezza vaginale acuta, trattamenti topici naturali

Se lo sospetti hai una malattia alla vescicaIl tuo primo passo è vedere il tuo ginecologo, medico di base o naturopata per confermare la diagnosi e discutere le opzioni di trattamento che sarebbero sicure ed efficaci per te.

I rimedi naturali per l’atrofia vaginale e la secchezza che la dott.ssa Steelsmith consiglia più spesso alle proprie pazienti si presentano sotto forma di supposte vaginali. Aiutano a ripristinare l’integrità della barriera protettiva delle mucose della vagina.

Non lasciarti turbare dal pensiero delle supposte: sono piccole e scivolose e sono facili da inserire. Tutto quello che devi fare è posizionare delicatamente la supposta nella tua vagina prima di coricarti e lasciarla durante la notte. (Potrebbe essere necessario indossare le mutandine.)

Con l’approvazione del tuo medico, puoi provare uno qualsiasi dei seguenti trattamenti naturali, suggerisce il dottor Steelsmith. Se non ottieni sollievo entro un mese, prova l’altro per un mese… o prova entrambi per un mese. In genere, il miglioramento si vede entro poche settimane. Se le supposte aiutano, il medico potrebbe consigliarti di continuare a usarle per tutto il tempo che desideri.

Dosaggio tipico : una supposta posta nella vagina prima di coricarsi ogni notte, poi ogni due o tre sere dopo due settimane.

vitamina E secchezza vaginale acuta

Supposte di vitamina E

Questi effetti agiscono stimolando il rivestimento della vagina e della vulva, aumentando l’idratazione protettiva e diminuendo il rischio di infezione. Le supposte di vitamina E sono sicure. Sono venduti al banco in molti negozi di alimenti naturali e online qui ad esempio.

Menopausa di igname selvatico
Igname selvatico e secchezza vaginale

Supposte di cohosh nero e igname selvatico

Questo tipo di prodotto combinato non contiene ormoni. Tuttavia, il cohosh nero ha componenti attivi che possono avere lievi effetti simili agli estrogeni sui tuoi tessuti.… mentre l’igname selvaggio potrebbe averlo effetti simili al progesterone ed effetti simili agli estrogeni. Questi due ingredienti aiutare a migliorare la lubrificazione vaginale e promuovere tessuti vaginali sani. Queste supposte sono disponibili da medici naturopati autorizzati.

Sebbene tu possa trovarli venduti online senza prescrizione medica, sono i migliori per usarli sotto controllo medico perché potrebbero non essere adatti a persone con storia medica come cancro al seno o all’utero, coaguli di sangue, malattie del fegato, disturbi convulsivi, ictus o carenza di proteina S.

secchezza vaginale cohosh nera
Black cohosh: una scelta alternativa agli ormoni sintetici

Quando consultare?

Ogni vagina forma un fluido. Questo è del tutto normale e anche importante. Crea le condizioni nella vagina per la moltiplicazione di batteri importanti. Tra questi ci sono i lattobacilli. I lattobacilli contribuiscono a una sana flora vaginale in cui i germi patogeni non possono diffondersi. Tuttavia, se la pelle della vagina è troppo secca, si verifica più spesso una lacrimazione dolorosa. Pertanto, anche i germi patogeni possono causare infezioni più facilmente.

Se persistono dolore, sensazione di bruciore (vulvodinia), prurito e vagina molto secca, è importante consultare un medico. Tratterà i sintomi ed esaminerà anche se c’è un’infezione vaginale. Alcuni sintomi come cambio di flusso o a sensazione di bruciore durante la minzione può fornire ulteriori indizi. Se non sei sicuro, un autotest può anche aiutarti a scoprire se hai un’infezione vaginale e, in tal caso, di cosa si tratta. Tuttavia, non sostituisce una visita dal medico.

Se la tua secchezza vaginale acuta continua nonostante i trattamenti naturali di cui sopra, chiedi al tuo medico del prescrizione di terapie ormonali topiche solo, suggerisce il dottor Steelsmith. Un’altra opzione sarà supposte vaginali contenenti DHEAun ormone che allevia la secchezza vaginale mentre aumenta la libido e l’energia e riduce lo stress.

Un’altra possibilità è una crema vaginale naturale di estrogeni o supposte contenenti estrioloun tipo di estrogeno molto più debole – e meno probabilità di causare effetti collaterali rispetto all’estradiolo e altri estrogeni comunemente usati nella terapia ormonale sostitutiva.

Sebbene le donne con una storia di cancro al seno o qualsiasi altro cancro correlato agli estrogeni probabilmente non dovrebbero usare DHEA o estrogeni, per molte altre donne queste terapie ormonali offrono modi sicuri ed efficaci per superare la loro eccessiva secchezza vaginale.

Semplici risposte alle domande più frequenti sulla secchezza vaginale:

Cosa posso fare per la secchezza vaginale?

Il trattamento più comune per la secchezza vaginale dovuta ai bassi livelli di estrogeni è la terapia topica con estrogeni. Questi sostituiscono parte dell’ormone che il tuo corpo non produce più. Questo aiuta ad alleviare i sintomi vaginali, ma non immette nel sangue tanto estrogeno quanto la terapia ormonale che prendi sotto forma di pillola.

Perché sono così secca all’improvviso?

La secchezza vaginale può avere cause fisiche o psicologiche. La lubrificazione vaginale è spesso strettamente legata ai livelli di estrogeni, un ormone che cambia in diverse fasi della vita. I farmaci (compresi i contraccettivi ormonali) possono causare secchezza vaginale.

Come può una donna aumentare la sua lubrificazione?

Gli studi dimostrano anche che l’aggiunta di cibi ricchi di soia, semi di lino e vitamina E può aiutare a ripristinare gli estrogeni nel tuo sistema, che a sua volta aumenterà l’umidità vaginale. Saponi profumati e prodotti per l’igiene o anche uno stress eccessivo possono anche aumentare la gravità della secchezza vaginale.

Quali alimenti aumentano la lubrificazione femminile?

Una dieta ricca di acidi grassi può aiutare a produrre una lubrificazione extra vaginale. Zucca cruda, semi di sesamo, semi di girasole e pesce (soprattutto salmone, sgombro e tonno) sono ottime scelte ad alto contenuto di acidi grassi. Anche gli integratori di vitamina A e B e il beta-carotene sono ricchi di acidi grassi omega 3.

Perché le mie ventose stanno diventando croccanti?

A volte, se lo scarico entra nelle mutande e viene esposto all’aria, può diventare un po’ crostoso, ma anche questo è normale. L’unica cosa a cui prestare attenzione è uno scarico pruriginoso, irritante, scolorito o maleodorante, poiché può essere un segno di infezione e un motivo per consultare il medico.

Quali sono i sintomi di un basso livello di estrogeni?

I sintomi comuni di bassi livelli di estrogeni sono:

  • rapporti dolorosi a causa della mancanza di lubrificazione vaginale.
  • un aumento delle infezioni del tratto urinario (UI) a causa di un assottigliamento dell’uretra.
  • periodi irregolari o assenti.
  • sbalzi d’umore.
  • vampate.
  • tenerezza del seno. mal di testa o un aumento di emicranie preesistenti. depressione.

FontiLaurie Steelsmith, ND, LAc, medico privato in medicina naturopatica e cinese, Honolulu. La dottoressa Steelsmith è coautrice con suo marito Alex Steelsmith di Great Sex, Naturally: Every Woman’s Guide to Enhancing Her Sexuality Through the Secrets of Natural Medicine (Hay House). www.DrSteelsmith.com

Black cohosh, una pianta efficace contro la menopausa: https://drcrisafi.com/fr/article/une-plante-efficace-pour-la-m-nopause.

Leave a Reply

Your email address will not be published.