Siccità: come migliorare la ritenzione idrica nel suolo – Giardino

Siccità: come migliorare la ritenzione idrica nel suolo – Giardino

Sei assolutamente sicuro di aver annaffiato correttamente le tue piante. Nella giusta quantità, agli intervalli giusti. Eppure mostrano ancora segni di malnutrizione. Cosa sta succedendo qui ? Bene, il problema potrebbe essere nascosto nel terreno stesso.

E no, non è la mancanza di nutrienti. È la mancanza di pori microscopici che trattengono l’acqua. Vedi, la domanda non è se stai annaffiando correttamente o meno, ma piuttosto conoscere la composizione del terreno nel tuo giardino in base alle tue piantagioni.

Leggi anche: Tecniche da sapere per consumare poca acqua in giardino

La vera domanda è: il tuo terreno può trattenere l’umidità fornita? In altre parole, come migliorare la ritenzione idrica nel suolo in Francia e quindi ottimizzare il consumo di acqua nel giardino? Segui la guida.

Se ti stai ponendo queste domande:

  • Noti che le tue piante sembrano malnutrite;
  • Vuoi sapere quali fattori influenzano la ritenzione idrica del suolo;
  • Stai cercando di aumentare la ritenzione idrica del tuo suolo,

Quindi continua a leggere! Questo articolo ti fornirà alcuni indizi per trovare le risposte.

Che cos’è la ritenzione idrica del suolo?

Tutti i tipi di terreno hanno la capacità di assorbire e trattenere determinate quantità di acqua. La qualità della conservazione è un fattore importante nel giardinaggio, nel paesaggio e nell’agricoltura perché le piante dipendono dall’umidità del suolo per crescere e svilupparsi.

Quando innaffi le tue piante, parte dell’umidità finisce nei corsi d’acqua sotterranei dove viene evacuato per gravità. Ciò che resta dell’acqua sarà assorbito dalla terraalcuni degli organismi che ci abitano e dai tuoi amici i fiori.

Se vuoi capire come funziona la ritenzione idrica del suolo, dovremo esaminare i diversi tipi di suolo in modo più dettagliato.

Alcuni tipi di terreno trattengono l’acqua meglio di altri a causa delle dimensioni delle particelle di cui sono fatti.

Ad esempio, l’argilla è costituita da particelle molto piccole, il che significa che gli spazi tra di loro (detti pori) sono anche molto piccoli e quindi in grado di intrappolare meglio l’acqua rispetto ai terreni a base di sabbia che hanno molti pori più alti.

Ecco perché le persone che si prendono cura degli spazi verdi e dei terreni utilizzati per la produzione alimentare tengono d’occhio la ritenzione idrica per garantire la salute del suolo.

Capacità del campo è il termine utilizzato per specificare la quantità massima di acqua che il suolo può trattenere.

Quale terreno ha la maggiore capacità di ritenzione idrica?

Come accennato in precedenza, la ritenzione idrica dipende in realtà dalla permeabilità del suolo.

Per esempio, Terreno argilloso contiene particelle molto piccole che vengono poste molto vicine tra loro, formandole il terreno con la maggiore capacità di ritenzione idrica.

D’altro canto, buon terreno drenante è un terreno costituito principalmente da sabbiama non manterrà l’acqua abbastanza a lungo perché le piante assorbano i nutrienti di cui hanno bisogno.

Cosa significano la capacità del campo e il punto di appassimento?

Capacità del campo è il termine utilizzato per specificare la quantità massima di acqua che il suolo può trattenere, mentre a punto di appassimento è la quantità minima di umidità di cui una pianta ha bisogno per non appassire.

Viene chiamato il livello dell’acqua, presente nel terreno tra lo stadio di capacità del campo e il punto di appassimento, e che le piante possono assorbire efficacemente acqua disponibile.

Fattori che influenzano la capacità di ritenzione idrica del suolo

Prima di imparare come migliorare la ritenzione di umidità nel suolo, è necessario comprendere tutti i fattori in gioco qui.

  • struttura- La ritenzione idrica è maggiore quando la struttura del suolo è più porosa e più aggregata.
  • Struttura – Una tessitura fine significa che c’è più superficie, che migliora la ritenzione idrica nel terreno.
  • Densità del suolo – Se il terreno è troppo denso, non può trattenere molta acqua.
  • Tempo metereologico – In particolare, la temperatura locale è un fattore importante, poiché più è calda, più velocemente l’acqua evapora dal suolo.
  • Profondità del suolo – La profondità del suolo influisce anche sulla sua capacità di trattenere umidità e gas.
  • Salinità – Anche se il terreno trattiene bene l’umidità, se contiene troppo sale, le piante avranno più difficoltà a ottenere l’acqua di cui hanno bisogno.

Come aumentare la ritenzione di umidità nel suolo

Diverse tecniche consentono di limitare l’evaporazione dell’acqua dal terreno e di ottimizzare la ritenzione dell’acqua nel terreno, ecco come:

Usa la torba per le piante che amano il terreno acido

La torba di sfagno è un materiale fibroso naturale. Si ottiene da paludi dove muschi e altre piante sono decaduti per lunghi periodi di tempo.

A causa del suo basso pHpuò essere utilizzato per coltivare piante che prediligono terreni più acidicome il camelie Dove alcuni tipi di bacche. Se hai a che fare con un tipo di terreno più pesante, è necessario prestare particolare attenzione quando si aggiunge la torba. Se diffondi più prodotto biologico, il tuo terreno potrebbe trattenere troppa acqua. E sai cosa significa troppa H2O, giusto? Esatto: piante annegate.

Aggiungi del compost a base di legno al tuo terreno

Se ti stai chiedendo come migliorare la ritenzione idrica del suolo perché il terreno di casa non è particolarmente buono, puoi mescolarlo con un compost a base di legno.

Il rapporto di miscelazione raccomandato è di circa il 30-35% di compost per il 70-65% di terreno. Assicurati solo di mescolarli bene, poiché non vuoi che si formino sacche di compost da sole, poiché ciò non gioverà affatto alle tue piante.

Ricorda che l’obiettivo è aumentare la superficie disponibile.

Usa cristalli polimerici per appendere cesti e pentole

Puoi utilizzare un prodotto completamente artificiale per trattenere l’umidità nel terreno. Tra gli elementi da aggiungere al terreno per trattenere l’umidità ci sono i cosiddetti cristalli polimerici, realizzati con uno speciale materiale in grado di assorbire l’acqua.

Questo prodotto per il giardinaggio può assorbire fino a 400 volte il suo peso originale in acqua. A volte si presentano sotto forma di pellet, ma sono essenzialmente gli stessi.

Nel tempo, il materiale si trasforma in una gelatina nel terreno e trattiene l’umidità disponibile, rilasciandola lentamente alle piante.

Una volta incorporato il polimero nel terreno, si dice che la sua capacità di trattenere l’acqua duri circa cinque anni.

Basta acquistare una borsa e seguire le istruzioni specifiche sulla confezione. Questo prodotto è in realtà un po’ costoso e quindi non è saggio usarlo per l’intero giardino.

Tuttavia, se fai qualcosa di piccolo, come qualche vaso o cesti appesiquesto farà il trucco.

Il vantaggio è che i cristalli polimerici non occupano troppo spazio e sono facili da riporre.

Lenta evaporazione con un po’ di pacciame

Sarebbe un peccato se la preziosa umidità evaporasse dopo tutti gli sforzi di irrigazione che avete messo nel vostro spazio verde..

È qui che entra in gioco pacciamatura. Questo metodo è noto da secoli. Fondamentalmente, l’idea è quella di intrappolare l’umidità nel terreno ricoprendo lo strato superiore con pochi centimetri di sostanza organica.

Un altro vantaggio: questo impedirà la crescita della maggior parte delle erbacce e nel tempo il terreno riceverà ulteriori nutrienti dalla materia in decomposizione.

Puoi anche optare per pacciami artificiali decorativi che possono contribuire alla bellezza del tuo giardino, poiché sono disponibili in tutti i tipi di forme e colori.

Sbarazzati delle erbacce e delle piante inutili

Non sorprende che rimuovendo alcune piante, ci sarà più acqua disponibile per la crescita a cui tieni davvero.

Ciò migliorerà le proprietà di ritenzione idrica del tuo terreno. Naturalmente, devi sbarazzarti di tutte le erbacceperché rimuovono non solo l’umidità ma anche i nutrienti.

Una volta che questi host indesiderati sono stati eliminati, chiediti se ci sono altre piante che non ti piacciono che potrebbero eventualmente essere eliminate.

Leggi anche: Come diserbare naturalmente

Pianta i tuoi fiori in piccoli mazzi

Un altro buon modo per ridurre l’evaporazione è far crescere le tue piante amiche l’una vicino all’altra..

Se vuoi coltivare fiori, assicurati di piantarli in piccoli cespi. Che tu stia coltivando piante decorative o ortaggi, disporli in gruppi creerà più ombra e li proteggerà dal vento, che farà molto per risolvere il problema dell’evaporazione e della ritenzione di umidità.

Leggi anche: Suggerimenti per rose belle e sane

Una parola sui metodi di irrigazione

Uno dei modi migliori per aumentare la ritenzione di umidità nel terreno è prestare attenzione ai metodi di irrigazione..

Se vuoi assicurarti che le tue piante ricevano la quantità d’acqua di cui hanno bisogno, è meglio procurarsi una linea di irrigazione.

Usando questa tecnica, hai il controllo completo sull’intero processo di irrigazione, mentre le tue piante ricevono H2O direttamente alla base del loro stelo.

Molte persone tendono a scegliere l’irrigazione a pioggia o, meglio conosciuta, l’irrigazione a pioggia. Vedete, questa tecnica di irrigazione fa miracoli per le colture di copertura appena trasmesse, ma non vi farà molto bene nei giorni più caldi perché l’acqua semplicemente evaporerà.

Detto questo, comunque innaffiate le vostre piante, assicuratevi di farlo al mattino o alla sera. In questo modo elimini il rischio di evaporazione e il terreno può assorbire l’H2O.

Leggi anche: Scopri questa tecnica di irrigazione ancestrale che utilizza poca acqua per lo stesso risultato

Mantenere la corretta struttura del suolo

Come accennato in precedenza, la struttura del suolo è un fattore critico quando si tratta delle sue proprietà di ritenzione idrica..

Ecco perché è necessario fare un po’ di “ricerca” e capire quale tipo di terreno è il migliore per il clima locale.

Ma poiché l’obiettivo è aumentare la ritenzione idrica del suolo, probabilmente vorrai scegliere un tipo di terreno che abbia abbastanza pori per trattenere l’acqua. È sicuro dire che questo è il fattore più importante da considerare.

In combinazione con i metodi sopra descritti, sarai in grado di fornire la migliore soluzione possibile per le tue piante. Un altro vantaggio dell’implementazione di queste strategie è che ridurrà significativamente il tempo che dedichi all’irrigazione delle tue piante.

Lascia i tuoi sfalci d’erba in loco

Invece di buttare via l’erba, puoi lasciarla a terra. L’erba tagliata restituirà l’umidità al terreno e aggiungerà un po’ di azoto in più al tuo giardino. Inoltre, ti risparmi il lavoro di pulizia dopo aver falciato il prato.

riassumere

  • Per capire come funziona la ritenzione idrica, devi conoscere il tipo di terreno con cui hai a che fare.
  • La ritenzione idrica dipende fortemente dalla permeabilità del suolo
  • I fattori che influenzano la capacità di ritenzione idrica dei suoli sono: struttura, tessitura, clima, densità, profondità e salinità

Questo può sembrare solo un altro compito aggiunto all’elenco infinito di attività di giardinaggio. Ma tieni presente che devi capirlo solo una volta, e poi saprai esattamente quale tipo di terreno è il migliore per ogni pianta di cui ti prendi cura.

Com’è il tuo suolo in termini di ritenzione idrica? Usi metodi speciali o lasci che sia? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.