Suggerimenti contro le punture estive

I rimedi delle nonne all’assalto dei morsi…

In estate le punture di insetti sono molto frequenti, quindi ci è sembrato interessante fare un articolo speciale su punture come: puntura di vespa, puntura di chigger, puntura di medusa, puntura di zanzara, puntura di ortica, puntura… molte punture di insetti, il prurito può essere calmato utilizzando il metodo dello “shock termico” che consiste nell’alternanza di cubetti di ghiaccio e acqua molto calda… Se ciò non bastasse, segui di seguito, per ogni boccone il suo rimedio.

Contro le punture di agosto

Per alleviare notevolmente il prurito associato ai morsi di chigger, strofina semplicemente l’area interessata con una testa di porro tagliata a metà. Ripetere se il prurito persiste.
Un altro noto rimedio per lenire il prurito consiste nel bagnare le zone colpite con acqua calda (il più calda possibile senza scottarsi) e strofinare contemporaneamente il sapone di Marsiglia.

Contro i morsi vivi

Come per le punture di insetti, avvicinati immediatamente a una fonte di calore (sigaretta, accendino, fiammifero, candela accesa, ecc.) il più vicino possibile alla ferita senza scottarti! Se i sintomi persistono, non esitate a consultare un medico.

Contro le punture di ortica

È proprio perché la nonna non dovrebbe essere spinta nelle ortiche che conosceva i rimedi! Esistono diversi trucchi per alleviare il dolore e il prurito causati dalla puntura di ortica. Applicare immediatamente la saliva sulla pelle nel sito del morso. Puoi anche strofinare un batuffolo di cotone imbevuto di aceto di vino sulla zona irritata, oppure strofinare con foglie di acetosa fresca, piantaggine o ribes nero.

Contro le punture di ambrosia

L’ambrosia è una pianta che contiene urushiol, una delle tossine allergeniche più aggressive al mondo. Entra in contatto con questa erba e arrossamento e prurito appariranno all’istante! Per alleviare te stesso, usa le potenti proprietà antinfiammatorie della consolida maggiore. Spremere gli steli di questa pianta fresca per estrarne il succo e strofinarlo sulla zona infetta. Se hai solo la consolida secca, prova questi impacchi lenitivi: Porta 1 tazza di acqua a ebollizione dolce, versa 2 cucchiai. consolida seccata al caffè, scolarla, quindi lasciarla raffreddare a temperatura ambiente, lasciandola coperta per trattenere le essenze volatili. Immergere un panno pulito nell’infuso e applicare direttamente sulla zona interessata. Lasciare asciugare e rinnovare tutte le volte che è necessario (la consolida si usa solo esternamente).

Contro le punture di vespa

Se non sei allergico, in caso di puntura alla mano, togli immediatamente gli anelli se presenti e inizia rimuovendo velocemente il pungiglione con l’unghia o con il piatto di un coltello (non usare pinzette che potrebbero causare il pungiglione per far scoppiare e rilasciare ancora più veleno), tirando il pungiglione parallelamente alla superficie della pelle, quindi avvicinare il più possibile al morso una fonte di calore (accendino, sigaretta, asciugacapelli) facendo attenzione a non scottarsi, il calore andrà distruggi il veleno. Poi una fonte di freddo (ghiaccio). Disinfetta bene. Quindi strofinare un panno imbevuto di aceto o mezza cipolla direttamente sulla buccia.

Contro le punture di meduse

Quando vieni punto da una medusa, ecco i primi passi da compiere (consulta un medico se la puntura è sul viso): risciacqua la ferita con acqua tiepida salata, soprattutto non dolce e rimuovi delicatamente i tentacoli con una pinzetta. Metti sabbia, crema da barba o farina sul morso, quindi raschia delicatamente per rimuovere le cellule urticanti. Infine sciacquare con acqua tiepida salata.

Contro le punture di zanzara

Per alleviare il prurito da una puntura di zanzara, massaggia la zona interessata con prezzemolo fresco tritato o una cipolla tagliata a metà. La citronella e il geranio sono due ottimi repellenti naturali contro le zanzare.

Contro i morsi di tafano

Dopo aver rimosso il pungiglione con una pinzetta, procedere come per le punture di vespa. È quindi possibile applicare il dentifricio sulla puntura e rimuoverlo il giorno successivo (questo rimedio vale anche per tutte le punture di insetti in generale).

Leggi anche: Rimedio per le punture di api

Leave a Reply

Your email address will not be published.