Suggerimenti per la manutenzione e la riparazione della terracotta

Suggerimenti per la manutenzione e la riparazione della terracotta

Ecco alcuni consigli della nonna per mantenere, riparare e riportare al suo antico splendore le bellissime ceramiche antiche.

Rendi la terracotta più resistente e scintillante…

Per evitare che la terracotta si scheggiasse o si spaccasse, si usava la seguente ricetta: immergere l’oggetto in un detersivo a base di cenere di legno (qualche manciata in acqua fredda). La terracotta viene lasciata bollire per 1/2 ora in questa soluzione, prima di risciacquarla e asciugarla. Questo trattamento lo rende più resistente e gli restituisce la luminosità dei primi giorni.

Nascondi crepe di terracotta

Professionisti e commercianti lo chiamano “fêl” o capello. Per ridurlo, puoi immergere il tuo oggetto in un bagno di detersivo tiepido o latte bollente, che dissolverà tutto lo sporco e quindi renderà meno visibili la crepa o i “capelli”.

Come riparare una terracotta?

Se ci tieni al tuo oggetto, puoi provare a incollarlo di nuovo insieme utilizzando colle bicomponenti che asciugano lentamente e ti permettono di riparare un piccolo errore di regolazione, piuttosto che colle istantanee che non perdonano!

– Per chi è tentato da tutte le ricette originali, eccone una a dir poco sorprendente, tratta dal “Journal of Useful Knowledge” del 1831.
Le grandi chiocciole che si trovano in quantità abbastanza grandi nei giardini e nei boschi e che in alcune parti d’Europa vengono preparate per l’uso delle nostre tavole, hanno all’estremità del corpo una vescicola ripiena di una sostanza dall’aspetto untuoso e gelatinoso , è di colore biancastro. Quando, dopo averlo tolto dall’animale, viene applicato tra due corpi, qualunque sia la loro durezza, e quando si uniscono portandoli a contatto di tutte le loro parti, hanno un’adesione così forte che se si cerca di separare con un colpo o un sussulto violento, spesso si rompono in una parte diversa da quella in cui si effettuava la giunzione. Questa colla deve avere il tempo di asciugarsi, in modo che acquisisca tutta la forza di cui è capace.

Se trovate questa ricetta troppo stravagante o troppo barbara, potete sempre ricorrere a una colla naturale più classica come quella del succo d’aglio che è perfettamente efficace per riattaccare la terracotta rotta.

Guarda anche: Pulisci gioielli d’oro… Suggerimenti dai professionisti

Come Riparare Porcellana, Porcellana Porcellana e Vetro

Il montaggio e il serraggio attenti sono la chiave per riparare oggetti delicati. Con pazienza e la giusta colla, puoi riparare anche la porcellana, la porcellana e il vetro più fragili.

Strumenti :

  • Bastoncino di miscelazione piatto piccolo
  • Staffe di fissaggio
  • nastro adesivo
  • Pentola riempita di sabbia
  • Mollette
  • plastilina
  • Braccialetti di gomma
  • Ritagli di legno e chiodi, o paraffina

Materiali:

  • Colla epossidica trasparente
  • Stuzzicadenti
  • Tamponi di cotone
  • Acetone (smalto per unghie)

Durata : 5 minuti o più, a seconda del danno

Dato che avrai bisogno di tempo per assemblare esattamente le parti rotte, questo non utilizzare colla adesiva rapida per riparare parti delicate. Acquista colla epossidica trasparente, venduta in due parti, resina e indurente; mescolare solo la quantità di colla necessaria. La resina epossidica si asciuga completamente all’acqua.

Stringendo

Prima di mescolare la colla, preparare un morsetto per tenere insieme l’oggetto mentre la resina epossidica si indurisce. Scegli un metodo appropriato, come descritto di seguito, per ottenere un set sicuro. Non applicare la colla sui pezzi rotti fino a quando il morsetto non è pronto.

Ripara un bicchiere

come riparare un vetro di porcellana
UTILIZZARE STRISCE DI NASTRO DA MASCHERA PER TENERE UN BICCHIERE DA VINO RIPARATO; MANTENERE LA PRESSIONE SULLE FASCE ANCHE SE LA TOMAIA NON SCIVOLA.

Allunga gli elastici attorno a un bicchiere o una tazza riparati; dovrebbero essere abbastanza stretti da tenere saldamente le parti, ma non abbastanza da mettere le parti in tensione. Oppure, per tenere un oggetto piatto o poco profondo, usa un pezzo di tagliere come base. Posizionare l’oggetto riparato sul tabellone; in punti adatti intorno ad esso, segna i punti sul tabellone. Rimuovere l’oggetto e infilare i chiodi a metà nella tavola nei punti contrassegnati. Sostituisci l’oggetto e allunga gli elastici da un’unghia all’altra per tenerlo in posizione.

Ripara una tazza

riparare una tazza di porcellana
PER TENERE UN MANICO INCOLLATO, PREMERE CON fermezza IL BICCHIERE, MANIGLIA IN ALTO, IN UNA BASE DI PINZA PER IMPASTO IN PLASTICA.

Per tenere il manico di una tazza incollato o lo stelo di un bicchiere, avvolgi delicatamente strisce di nastro adesivo attorno alla tazza o al bicchiere. Utilizzare almeno due fasce verticali per circondare un vetro con un’asta riparata; mantenere la pressione sulle strisce anche se il giunto riparato non scivola.

La plastilina è un ottimo materiale di fissaggio. Modella pezzi di argilla per sostenere tazze, bicchieri o altri oggetti riparati con la parte rotta rivolta verso l’alto. Le parti riparate saranno mantenute in posizione dal proprio peso. Oppure posiziona un piatto riparato sul bordo in un cassetto e sostieni il bordo inferiore con una base di argilla da modellare.

Ripara un piatto

come riparare un piatto rotto
POSIZIONARE IL PIATTO SUL BORDO NELLA SABBIA IN MODO CHE LA RIPARAZIONE SIA TENUTA PER GRAVITA’; SERRARE LE PARTI UTILIZZANDO IL PEG PER ABBIGLIAMENTO.

Per tenere un piatto incrinato o rotto o una moneta o un oggetto simile, riempi una padella di sabbia. Premi la parte non fessurata del piatto nella sabbia, con i bordi rotti rivolti verso l’alto in modo che i pezzi incollati siano tenuti in posizione per gravità. Se necessario, usa delle mollette per fissare i pezzi di grandi dimensioni in posizione. Per una teiera, una tazza o una brocca riparata, annidala nella sabbia secondo necessità per tenere i pezzi bloccati in posizione.

Riparare una tavola

riparare vassoio di terracotta
PER SERRARE UN VASSOIO O UNA CIOTOLA POCO FONDALE, UTILIZZARE UNA TAVOLA DI ROTTAME CON CHIODI CONDOTTA PERIMETRO; FASCE ELASTICIZZATE DA CHIODO A CHIODO SULLA PARTE RIPARATA.

Legame

Per riparare l’oggetto rotto, pulire accuratamente le parti e lasciarle asciugare completamente. Prima di mescolare la colla, assemblare con cura i pezzi rotti in modo da poterli rimontare correttamente. Disporre i pezzi in ordine sul piano di lavoro.

In una piccola ciotola mescolate solo la quantità di colla necessaria per rimontare l’oggetto; mescolare parti uguali di resina e indurente, secondo le indicazioni del produttore. Utilizzando uno stuzzicadenti, applicare uno strato molto sottile di colla sui bordi grezzi di un pezzo rotto; attaccalo con cura alla parte principale. Premere delicatamente ma saldamente i pezzi insieme. Rimuovere la colla in eccesso con un batuffolo di cotone imbevuto di acetone (smalto per unghie).

Ripeti per incollare tutti i pezzi rotti sul pezzo principale, applicando la colla e rimuovendo pezzo per pezzo l’eccesso. Se l’oggetto è rotto in più pezzi, lavora dall’interno verso l’esterno per rimontare l’oggetto. Prima di iniziare l’incollaggio, assicurati di essere sicuro della procedura di giunzione.

Infine, bloccare e sostenere saldamente l’oggetto riparato come mostrato sopra. Lasciare polimerizzare la resina epossidica secondo le istruzioni del produttore; la polimerizzazione richiede solitamente circa 1 settimana per la massima forza. Non allentare l’oggetto fino al completamento del periodo di polimerizzazione completo.

Ricostruzione

Se un piatto, un piattino o un vassoio è gravemente rotto e ne hai un altro come questo, usa l’oggetto intatto per creare uno stampo. Nella parte superiore di una doppia caldaia, scaldare con cura la paraffina fino a quando non sarà morbida o appena sciolta. Ungete leggermente il fondo dell’oggetto integro e metteteci sopra della paraffina ammorbidita, oppure mettete l’oggetto in una teglia piccola e profonda e versateci sopra della paraffina sciolta per coprire completamente il fondo. Lascia che la paraffina si indurisca completamente e rimuovi l’oggetto intatto.

Per rimontare l’oggetto rotto, applicare la colla come sopra e montare i pezzi rotti all’interno dello stampo. Se possibile, lavorare dal centro dell’oggetto verso l’esterno e verso l’alto. Lo stampo in cera manterrà i pezzi all’angolazione corretta quando li rimonterai. Se lo si desidera, rimontare l’oggetto in più fasi. Attendere che la resina epossidica si indurisca completamente prima di rimuovere l’oggetto riparato.

E tu, quali sono i tuoi consigli per la manutenzione della terracotta?

Leave a Reply

Your email address will not be published.