Suggerimenti sul cavolo | I rimedi della nonna

Cavolo cappuccio e dietetica

Che sia rosso o verde, piatto o riccio, il cavolo cappuccio è un meraviglioso ortaggio ricco di vitamine (contiene tanta vitamina C quanto un limone!) e sali minerali, in particolare zolfo, magnesio e calcio. Non è quindi un caso che già i romani lo apprezzassero e avessero intuitivamente colto tutto ciò che questo ortaggio può apportare alla nostra salute. Per preservarne vitamine e sali minerali, non lasciatelo a bagno troppo a lungo in acqua e cercate di assaporarlo crudo il più spesso possibile.

Leggi anche: evitare l’odore di cavolo in cucina

Cavolo cappuccio e digestione…

Per renderlo più digeribile una volta cotto, ricordatevi di sbollentare le foglie per qualche minuto prima di procedere alla cottura vera e propria. Rinunciate ai cavoli e ai suoi cugini come i cavolini di Bruxelles o i broccoli se soffrite di colite: la cellulosa che contengono è estremamente irritante per l’intestino, anche se prendete la precauzione di cuocerli in due acque.

Cavolo cappuccio e odori in 5 consigli

1- Il cavolo viene accusato del cattivo odore che emana quando viene cotto. Per ridurlo, prova questi pochi trucchi: Metti un pezzo di pane o una fetta biscottata nell’acqua di cottura.

2- Potete anche mettere un buon cucchiaio di bicarbonato direttamente nella pentola, inoltre aiuta ad intensificare il colore delle verdure e risparmiare un po’ di tempo di cottura.

3- L’alloro viene utilizzato nella preparazione di mazzi di fiori garnis. Lo sappiamo meno, ma aiuta anche a scacciare i cattivi odori. Non c’è bisogno di sradicare un arbusto, bastano solo una o due foglie. Immergili nell’acqua mentre il cavolfiore cuoce.

4- Immergere un canovaccio nell’aceto bianco e metterlo sul coperchio della casseruola a inizio cottura. L’odore dei cavolini di Bruxelles non ti disturberà più.

5- Per eliminare i cattivi odori, ogni cuoco ha la sua cosa. Aggiungere una o due zollette di zucchero all’acqua di cottura. Versare un bicchiere di latte o un po’ di aceto di sidro. Oppure incorporare un limone intero, affettato o spremuto. I cavoli allora non potranno più infierire!

Se questi consigli non hanno effetto è perché hai un olfatto troppo sviluppato, non devi far altro che aspettare che l’INRA (Istituto Nazionale per la Ricerca Agraria) produca un cavolo cappuccio inodore: al momento è studio (finalmente per a volte!).

cavolo rosso

Per assicurarti che il cavolo rosso mantenga la sua superba tonalità cremisi e non diventi color vino dopo averlo tritato, aggiungi un cucchiaio di aceto caldo. Ricorda che il cavolo rosso non è solo delizioso consumato crudo in insalata; è anche un ortaggio da consumare cotto, come in Germania e nei paesi nordici. È quindi perfetto come guarnizione per un arrosto di maiale. Bisogna grattugiarlo o tagliarlo a listarelle sottili, e lasciarlo cuocere abbastanza a lungo da ottenere una sorta di confit. In Svezia, a questo cavolo rosso cotto viene aggiunta una mela acida (come Granny Smith), che gli conferisce un gusto molto gustoso.

Cavolo e salute

Il cavolo è favoloso per la salute, è usato in molte aree che vedi: Vedi i rimedi per la salute con il cavolo

Leggi anche: Consigli di cucina per verdure saporite

Leave a Reply

Your email address will not be published.